SOVRANISTI VIA DA CERTOSA VITTORIA ASSOCIAZIONI E BELLA POLITICA

SOVRANISTI VIA DA CERTOSA VITTORIA ASSOCIAZIONI E BELLA POLITICA

Un epilogo reso possibile grazie all’intervento del ministero - i cui funzionari oggi saranno a Trisulti per l’inventario dei beni

stampa articolo Scarica pdf

TRISULTI. BONAFONI (CIVICA ZINGARETTI): SOVRANISTI VIA DA CERTOSA VITTORIA ASSOCIAZIONI E BELLA POLITICA

“‘Prepariamoci a una marcia della liberazione della Certosa di Trisulti’, avevano scritto qualche giorno fa su Facebook le Comunità Solidali della provincia di Frosinone. Stamattina ci danno la notizia più bella: finalmente le chiavi della Certosa sono state riconsegnate.

Una notizia che aspettavamo da tempo, dopo la decisione del Consiglio di Stato che a marzo aveva confermato la posizione del Ministero della Cultura annullando la concessione della Certosa all’associazione fondamentalista cattolica Dignitatis Humanae Institute. Il braccio politico italiano di Steve Bannon, col suo sogno sovranista nel cuore dell’Europa, è stato disarcionato, finalmente quel luogo di bellezza e cultura è stato liberato, restituito, e oggi Benjamin Harnwell lascerà il monastero.

Un epilogo reso possibile grazie all’intervento del ministero - i cui funzionari oggi saranno a Trisulti per l’inventario dei beni - ma anche grazie alla costante mobilitazione delle reti di cittadine e cittadini, comitati e associazioni che in questi anni non si sono mai arrese alla consegna di un patrimonio storico e culturale dal valore inestimabile al fanatismo nazionalista.

Da oggi il nostro impegno sarà rivolto al futuro, per una Certosa di Trisulti aperta a tutte e tutti, patrimonio collettivo, bene comune la cui ricchezza non può e non deve restare confinata a pochi addetti ai lavori, ma divulgata e conosciuta con progetti di rilancio e progettazione partecipata con le comunità locali. Per valorizzare il contributo dato dalle associazioni in questi anni e renderle protagoniste di una nuova stagione ancora tutta da scrivere”.

© Riproduzione riservata