PIANTARE 60 MILIONI DI ALBERI UNA SFIDA DA VINCERE

PIANTARE 60 MILIONI DI ALBERI UNA SFIDA DA VINCERE

ALBERITALIA una Fondazione che, grazie al sostegno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, ha dato vita a un progetto “Oltreterra”

stampa articolo Scarica pdf

ALBERITALIA una Fondazione che, grazie al sostegno del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi Monte Falterona e Campigna, ha dato vita a un progetto “Oltreterra” nuove economie per la montagna. Ora il progetto è divenuto per Slow Food Italia di interesse nazionale ed è espressamente dedicato alle “foreste sostenibili”. Piantando, curando e gestendo alberi si può contribuire a contrastare la crisi climatica in modo sostenibile e si possono educare le persone a conoscere cosa significa coltivare un albero. Infatti, coltivare un albero in Italia significa fare bene al Pianeta e ai nostri fratelli che vivono in terre lontane, spesso derubate delle loro materie prime e, di conseguenza, del loro futuro.IL ruolo della Fondazione ALBERITALIA è quello di aiutare le persone e le comunità a contrastare la crisi climatica migliorando il loro rapporto con gli alberi piantandoli, difendendoli, sostituendoli solo quando è necessario.Avvicinarsi il più possibile o magari superare l’ideale obiettivo di mettere a dimora 60 milioni di alberi, uno per ogni cittadino italiano, è la grande sfida che solo insieme possiamo vincere.Con lo stesso fine e obiettivi formativi, la fondazione mira a promuovere la cultura di un utilizzo sapiente e sostenibile del legno al fine di stoccare CO2 e ridurre la presenza di gas climalteranti in atmosfera, puntando a ridurre drasticamente l’utilizzo di energia proveniente da materie prime di origine fossile e l’importazione di legname da paesi del terzo mondo spesso derubati delle materie prime, tra cui il legno ( secondo l’Interpol il secondo mercato mondiale della criminalità, dopo la droga, è quello del legno.(https:/www.interpol.int/Crimes/Environmental-crime/Foresty-crime)).Ma ancora più semplice per capire il disastro che stiamo perpetrando in questi paesi con interventi di deforestazione realizzati esclusivamente per produrre, a basso costo ma ad elevato impatto ambientale, il cibo che ritroviamo sulle nostre tavole, possiamo leggere il lavoro edito sull’argomento da Etifor, startup dell’Università di Padova.La Fondazione ALBERITALIA ha sostenuto il decollo del progetto “Un albero per ogni abitante dell’Emilia Romagna”, una collaborazione sempre più efficace nella gestione delle foreste.La Regione pone in essere numerose iniziative: la tutela e la valorizzazione del territorio montano, ma anche della comunità tutelando le giovani coppie, introducendo un taglio dell'Irap per chi produce in montagna e ancora più incisiva l’introduzione recentissima del fondo per le imprese di queste aree. Tutti progetti pilota decisivi per rendere la natura e l’ambiente sempre più protagonisti.Ma al di là delle doverose scelte politiche che dovranno essere sempre più “sostenibili” in tutti i paesi industrializzati, esiste anche una responsabilità individuale.Ciascuno di noi, nel suo piccolo, può e deve rispettare la Terre su cui viviamo, modificando le proprie abitudini quotidiane per renderla sempre più green.

Fabio Semprini

© Riproduzione riservata