Nicola Gratteri: Ho Presentato Domanda Per La Direzione Nazionale Antimafia

Nicola Gratteri: Ho Presentato Domanda Per La Direzione Nazionale Antimafia

Quella che doveva essere una priorità bipartisan – ha spiegato - è scomparsa dall’agenda politica».

stampa articolo Scarica pdf


Il Procuratore di Catanzaro, Nicola Gratteri in un'intervista pubblicata ieri da “Il Resto del Carlino”, ha sottolineato alcuni punti fondamentali riguardo la scomparsa della Ndrangheta e della mafia dalla scena politica. Parole come mafia e 'ndrangheta sono uscite dal radar del governo? «Purtroppo, sì». Aggiunge: «Quella che doveva essere una priorità bipartisan – ha spiegato - è scomparsa dall’agenda politica». Successivamente menziona alcuni punti dolenti riguardo la fuga dei cervelli dal meridione, augurandosi che i fondi destinati al Sud, possano interrompere questo flusso migratorio:: «Mi auguro che i soldi destinati al Sud dal Pnrr contribuiscano a interrompere la fuga di cervelli che impoverisce le nostre terre. È un peccato perderli dopo averli formati. Spesso, quando si arriva alla laurea, il professore più che il meritato titolo di studio, allo studente sembra ironicamente consegnare il passaporto».Oltre alle le tematiche trattate non è mancato il suo giudizio negativo riguardo la riforma della Giustizia:«Prima della riforma bisognava snellire l’iter dei processi, informatizzandoli. Sarà sempre più difficile condannare persone per reati contro la pubblica amministrazione, corruzione, reati ambientali, omicidi colposi e quant’altro. Mi indigna quando si ripete che questa riforma – ha aggiunto – sia stata fatta per ottemperare a una richiesta dell’Unione Europea. Infine sottolinea:L’Ue ci aveva chiesto la riforma del processo civile e non di quello penale e, comunque, certamente non ci ha chiesto di "tagliare" i processi con la scure». Conclude affermando la sua scelta di candidarsi per la Direzione nazionale antimafia:«Ho scelto di non candidarmi a Milano, perché non ero interessato a guidare quella procura. Ho presentato domanda per la Direzione nazionale antimafia perché ritengo sia più in linea con quanto da me fatto fino a questo momento. Vedremo».

Mimma Gaziano

© Riproduzione riservata