Gelmini Lascia Forza Italia

La decisione del Ministro arriva dopo la decisione del suo partito di non partecipare al voto di fiducia

stampa articolo Scarica pdf



“Forza Italia ha definitivamente voltato le spalle agli italiani, alle famiglie, alle imprese, ai ceti produttivi e alla sua storia e ha ceduto lo scettro a Matteo Salvini”. Con queste parole Maria Stella Gelmini, forzista della prima ora, fin dalla discesa in campo nel 1994 di Silvio Berlusconi, ha annunciato di lasciare Forza Italia e di passare al Gruppo Misto. Una decisione maturata al termine di una convulsa giornata di trattative che si è conclusa con la volontà del suo partito di non partecipare al voto per rinnovare la fiducia a Mario Draghi.

“Se i danni prodotti al Paese dalle convulsioni del Movimento 5 Stelle erano scontati, mai avrei mai immaginato che il centrodestra di governo sarebbe riuscito nella missione, quasi impossibile, di sfilare a Conte la responsabilità della crisi”, ha dichiarato il Ministro poco dopo l’intervento in aula della senatrice Anna Maria Bernini.

Non si placano quindi i malumori tra le due ali del partito berlusconiano, quella governista e quella più apertamente populista. E non si escludono altre fuoriuscite eccellenti: tra i ministri, scelti da Forza Italia per appoggiare il Governo Draghi, riflettori puntati su Mara Carfagna e Renato Brunetta. Quest’ultimo è stato visto conversare per alcuni minuti con Draghi durante la prima chiama del voto di fiducia.

Nella sua lunga carriera politica la Gelmini è stata per ben due volte ministro: dal 2008 al 2011 è stata alla guida del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e, nell’attuale Governo Draghi, è stata nominata Ministro per gli affari generali e autonomie.

Emanuele Pecoraro

© Riproduzione riservata