Polemica Della Laurea In Medicina Di Carlotta Rossignoli

Polemica Della Laurea In Medicina Di Carlotta Rossignoli

Carlotta Rossignoli si laurea in tempi record in Medicina, ma è subito polemica. Alle tante domande e interrogativi, non è mancata la replica di Selvaggia Lucarelli. La giornalista vuole vederci chiaro in questa storia.

stampa articolo Scarica pdf

Abbiamo letto nei vari titoli di giornali, che Carlotta Rossignoli si è laureata in medicina in tempi record, presso l'Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. La giovane studentessa oltre a studiare è anche influencer, modella.

Un vero e proprio prodigio per molti. Subito salta la polemica. Soprattutto riguardo le dichiarazioni che la ragazza ha rivolto alla stampa:

‘’Sono determinata e mi organizzo: ho una tabella di marcia che rispetto senza distrazioni e una famiglia stupenda che mi supporta in tutto. Sono figlia unica e mamma e papà si sono dedicati molto a me. Mi aiuta poi il fatto di dormire poco, per me il sonno è tempo perso, e una buona memoria. Quando ero in sessione, sotto esame, studiavo dalle sei del mattino fino anche alle due di notte.

La frase ‘’ il sonno è una perdita di tempo’’ ha fatto scatenare le ire di molti. Alcuni commentano sui social’’ lo sa che la principale causa di un infarto è dovuta alla perdita di sonno’’, ‘’ da questa non farei curare’’, ‘’ ha il dono dell’ubiquità’’. Piovono critiche infinite. In questo contesto Selvaggia Lucarelli, vuole vederci chiaro. Inizia su Instagram e nel web un processo ‘’ botta e risposta’’. La Lucarelli pone domande. Replica a un post di Roberto Burioni’’ "Spieghi come si possano frequentare le lezioni di 5 e 6 anno insieme, richiedere la tesi in quarto, aver fatto il primo mese di tirocinio abilitante nel primo semestre del quinto e gli altri due nel secondo semestre. E ovviamente il tirocinio curriculare del quinto e sesto anno. Ah, ho chiesto il libretto dei tirocini della ragazza, ma ovviamente l'università risponde che può fornirlo solo a lei. Attendiamo trepidanti".  Immediatamente risponde Burioni: ‘’

"I processi li fanno i tribunali. Se qualcuno ha contezza d'irregolarità la denunci, cosa che non è mai successo durante tutti questi anni. Per il resto non abbiamo al San Raffaele l'abitudine di far valutare tesi e tirocini ai giornalisti", La polemica non finisce qui. I colleghi della Rossignoli hanno scritto una lettera indirizzata ai vertici dell’Ateneo:

“Vorremmo sapere come è possibile per lei laurearsi prima di tutti gli altri. Vorremmo anche sapere come è possibile che abbia potuto fare, e fatto, il quinto anno insieme ai corsi e agli esami del sesto, come ha abbia potuto fare in anticipo le rotazioni che solo ora la classe poteva fare, come il suo progetto di tesi di otto mesi si sia concluso a ottobre quando ci è stato permesso di iniziare solo a maggio 2022 (ciò implica che non poteva finire prima di dicembre 2022)” hanno scritto gli studenti in una mail firmata IMDP Anno 6 e riportata (come le prime polemiche nei confronti della studentessa) da Selvaggia Lucarelli in un editoriale sul quotidiano Domani.

A queste polemiche non è mancato chi crede nella capacità della ragazza. Affermando sui social che ‘’ è tutta invidia’’, ‘’perché bisogna ostacolare chi merita’’.

Fin adesso predomina il dubbio alle tante domande che molti hanno posto.

Mimma Gaziano


© Riproduzione riservata