Roma Con I Bambini: Cosa Vedere Durante Una Vacanza Nella Città Eterna

Roma Con I Bambini: Cosa Vedere Durante Una Vacanza Nella Città Eterna

Quali sono i musei e i monumenti imperdibili? Ve li sveliamo nelle prossime righe, continuate a leggere il nostro articolo!

stampa articolo Scarica pdf


Immagina una vacanza dove l’antico si fonde con il moderno, dove il passato racconta storie affascinanti e il presente offre avventure senza fine per tutta la famiglia: apri gli occhi, questa meraviglia è la Città Eterna. La capitale è sicuramente la destinazione ideale per chi desidera organizzare un viaggio in famiglia, coinvolgendo i propri figli attraverso la visita a musei, monumenti ma anche sale interattive.

Ma quali sono le migliori attività da fare a Roma con i bambini? Quali sono i musei e i monumenti imperdibili? Ve li sveliamo nelle prossime righe, continuate a leggere il nostro articolo!

Il Museo delle Illusioni

La prima proposta che vogliamo fare è quella di prenotare i biglietti del Museo delle Illusioni: l’esplorazione adatta a grandi e bambini è tra le attività più originali da fare durante una vacanza nella Città Eterna ed è particolarmente indicata nei giorni di pioggia… ma non solo.

Al suo interno sono custodite ben 70 attrazioni tra cui una sala degli specchi e un Vortex Tunnel: sensi messi alla prova, nozioni di psicologia, fisica e scienza danno la possibilità a pochi passi dal Colosseo di vivere un’esperienza indimenticabile.

A contatto con la natura nel Bioparco

Uno dei luoghi più amati dai bambini è il Bioparco, uno dei più antichi giardini zoologici in Europa. Situato all’interno di Villa Borghese, offre un’esperienza unica per i piccoli esploratori. Qui, potranno vedere una vasta gamma di animali provenienti da tutto il mondo e partecipare a educativi spettacoli interattivi.

Giraffe, elefanti e leoni ma anche pinguini, foche e ovviamente gli immancabili fenicotteri: non ci sono bambini o adulti che non rimarranno a bocca aperta avendo la possibilità di vedere da vicino tutti i protagonisti più amati del mondo animale.

Esplorare Villa Borghese

Dopo aver visitato il Bioparco, non si può non visitare il Parco di Villa Borghese, un’oasi verde nel cuore di Roma. I bambini adoreranno passeggiare tra i giardini, ma la vera magia si trova sul laghetto. Qui, è possibile noleggiare barchette dal fascino retrò e godersi un’indimenticabile navigazione in famiglia.

Le barchette sul laghetto sono un’attrazione iconica: i piccoli saranno entusiasti di salire a bordo di queste pittoresche imbarcazioni e sperimentare un’esperienza unica. Genitori e figli possono remare insieme, creando momenti particolarmente fotogenici da immortalare e condividere sui social.

Per un’avventura su ruote, considerate il noleggio di un risciò per esplorare i giardini: l’experience assolutamente divertente vi permetterà di coprire distanze più ampie nel parco, assicurandovi di vedere tutte le bellezze paesaggistiche senza affaticare troppo i più piccoli.

MagicLand: il parco di divertimenti poco fuori Roma

Per uno svago ancora più emozionante, dirigetevi a MagicLand, un parco divertimenti situato non lontano dalla città. Qui potrete divertirvi tra attrazioni, giostre e spettacoli che faranno la felicità di tutta la famiglia. Dai più piccoli agli adulti, c’è qualcosa per tutti i gusti.

Trasformarsi in gladiatori

Il fascino dei gladiatori ha conquistato tantissime generazioni anche grazie a film che ne cantano le gesta. E se per un giorno si potesse vivere una vita avventurosa? Proprio nella Capitale è presente la Scuola Ufficiale dei Gladiatori: si trova sulla Via Appia e permette ai piccoli di imparare le antiche tecniche di combattimento e prendere parte ad uno spettacolo. 

Il rifugio felino di Largo di Torre Argentina

I vostri piccoli sono amanti degli animali? Nel cuore di Roma c’è un posto che lascerà tutta la famiglia a bocca aperta. Presso Largo di Torre Argentina, è custodito uno dei rifugi felini più grandi della capitale. Qui sono ospitati centinaia di gatti che vivono serenamente tra le rovine di uno dei siti archeologici più amati della Capitale.

Visitare Trastevere con i bambini

Trastevere è noto per la sua atmosfera autentica e affascinante, con le sue strette strade lastricate, i colorati edifici medievali e le piazze pittoresche. I bambini possono gustarsi passeggiate piacevoli in un ambiente che offre un’esperienza autentica di vita romana.

La piazza di Santa Maria in Trastevere, è circondata da caffé, ristoranti e una fontana centrale: lo spazio aperto è ideale per i piccoli che possono giocare in sicurezza mentre i genitori si rilassano e godono dell’atmosfera.

Trastevere è il cuore pulsante della gastronomia autentica, i più golosi potrebbero apprezzare la cucina local, e questo quartiere è un ottimo posto per assaporare specialità locali in un ambiente accogliente. Carbonara, supplì e persino l’autentico tiramisù: qui si troverà sicuramente il menù adatto a tutta la famiglia.

Roma con i bambini: perché è un’ottima scelta?

Roma è molto più di un museo all’aperto; è un tesoro di opportunità per i bambini di esplorare e imparare giocando. Dimenticatevi dei libri di storia polverosi: qui, i vostri piccoli diventeranno archeologi in erba, scoprendo i segreti nascosti di antichi anfiteatri e maestosi monumenti.

La bellezza della città si manifesta anche nei suoi spazi verdi, ideali per i giovani viaggiatori che amano giocare all’aperto: dai giardini di Villa Borghese, perfetti per un picnic rilassante, al vasto parco di Villa Pamphili, dove i bambini possono sfogarsi e giocare liberamente, Roma offre un’ampia gamma di spazi verdi per fare divertire i vostri figli.

Le piazze di Roma sono come teatri all’aperto, pronte ad accogliere spettacoli improvvisati di artisti di strada e musicisti: fate una passeggiata attraverso Piazza Navona, lasciate che i bambini giochino a rincorrersi intorno alla Fontana dei Quattro Fiumi, e godetevi l’atmosfera vivace e festosa.

Qual è il periodo migliore per visitare Roma

Il momento migliore per visitare Roma dipende dalle preferenze personali e dalle condizioni meteorologiche che si preferiscono; molti visitatori scelgono di andare a Roma durante la primavera o l’autunno.

Durante la primavera, le temperature sono generalmente piacevoli, con giornate più lunghe e fioriture nei parchi e giardini della città. L’autunno offre temperature simili e una minore affluenza turistica rispetto all’estate. Entrambi questi periodi sono ideali per esplorare i siti storici, i musei e godersi le passeggiate nelle strade di Roma senza il caldo intenso dell’estate.

L’estate, seppur sia presa d’assalto, è forse il periodo peggiore: nei mesi di luglio e agosto le temperature sono davvero torride e spesso difficoltose da gestire. In compenso l’inverno, seppur freddo, risulta più semplice da affrontare ma attenzione: le piogge sono piuttosto frequenti.

Gregorio Pastorelli

 

 

© Riproduzione riservata