ESTATE 2019 . VACANZE PER MOLTI MA NON PER TUTTI

ESTATE 2019 . VACANZE PER MOLTI MA NON PER TUTTI

Sempre meno italiani in vacanza , questa l'amara conclusione da parte dell'Osservatorio Nazionale Federconsumatori per questa calda estate.

185
stampa articolo Scarica pdf

“ESTATE 2019 . VACANZE PER MOLTI MA NON PER TUTTI”

Sempre meno italiani in vacanza , questa l'amara conclusione da parte dell'Osservatorio Nazionale Federconsumatori per questa calda estate.

Le partenze del 2019 , infatti , segneranno un calo del -1,4% rispetto all'anno precedente con circa 21,49 milioni di spostamenti per la pausa estiva , contro il 64,2 % degli italiani che rimarra' con prevalenza nella propria abitazione

Il calo delle prenotazioni è sicuramente dovuto alla situazione di incertezza in cui ancora vivono le famiglie italiane, presso le quali prevale la tendenza al risparmio, a causa anche del costo della vita che continua a provocare aggravi difficilmente sostenibili e che comprende anche le spese per le vacanze .

Il costo di una vacanza al mare per la famiglia italiana media , infatti , aumenta quest’anno del +2,9% rispetto al 2018 ragion per cui in testa alle preferenze dei cittadini rimangono le vacanze brevi o low cost: localita' meno conosciute, sistemazioni senza troppe pretese, nonché la tradizionale visita presso gli amici.

Si conferma inoltre la tendenza in aumento delle vacanze in montagna , considerate meno care e piu' rilassanti , lontane dall'affollamento e dalla confusione delle localita' marittime , mentre negli ultimi anni è diminuito progressivamente il numero di italiani che scelgono di trascorrere le ferie lungo la penisola: erano il 58% nel 2017 e quest’anno sono il 50%.

Tutto a vantaggio dei Paesi Europei , preferiti rispetto alle mete esotiche extra Ue e graditi ormai da quasi un quarto degli italiani (23%). Bene anche le visite alle citta' d'arte che si attestano al 10 % .

Gli italiani , inoltre , preferiscono il “fai da te”. Crescono ancora , infatti , le prenotazioni on line , trend in costante ascesa.

Ormai sette italiani su dieci si affidano a Internet per prenotare le loro vacanze: il 42% lo fa attraverso siti dedicati come Booking, Tripadvisor e AirBnB, mentre risultano in calo le agenzie di viaggio online (dal 13 al 10% di quest’anno). Scendono al 19% (dal 22% del 2018) gli italiani che preferiscono contattare la struttura telefonicamente e solo il 9% si reca in agenzia di viaggio.

Buone vacanze a tutti allora , costi permettendo .

Cristian Coppotelli

© Riproduzione riservata