Recensione L'uomo Ideale Al Teatro Golden In Scena Fino Al 13 Ottobre

Recensione L'uomo Ideale Al Teatro Golden In Scena Fino Al 13 Ottobre

Decima stagione al Teatro Golden che si inaugura con L'uomo ideale, commedia scritta e diretta da Toni Fornari. Sul palco anche Claudia Campagnola e Simone Montedoro

343
stampa articolo Scarica pdf

In scena fino al 13 ottobre al Teatro Golden L'uomo ideale, la nuova commedia scritta e diretta da Toni Fornari, Andrea Maia e Vincenzo Sinopoli. Diretto dallo stesso Fornari, sul palco Claudia Campagnola (Giada), Toni Fornari (Lorenzo) e Simone Montedoro (Damiano).

Giada e Lorenzo - Lollo -  sono amici sin dall'infanzia, colleghi e coinquilini. Condividono un appartamento spazioso ed elegante, come la lingerie che realizzano per la loro griffe di livello. Il loro punto di vista sull'amore, però, è diverso: Giada vuole innamorarsi, il suo sogno è incontrare il principe azzurro, l'uomo ideale appunto, ma non fa nulla per realizzarlo. Trascorre le serate avvolta in un pigiama decisamente poco femminile e seducente, in poltrona a guardare commedie americane. Lollo cerca di scuoterla: le cose non accadono per destino, l'amore non bussa alla porta. Un disincanto frutto dell'esperienza di un uomo che è stato sposato, ma che è omosessuale e questo fa si che i suoi consigli per l'amica siano più razionali e pratici. 

La vera scossa però giunge con la notizia che Sandra, una loro collaboratrice, non proprio bella, si è fidanzata: ha affittato una camera ad un ragazzo ed è scoppiato l'amore. 

Detto fatto: nel loro appartamento c'è una stanza che si può affittare e iniziano i casting per il futuro terzo coinquilino che dovrà rispettare una serie di requisiti stabiliti da Giada. Il prescelto sarà Damiano, Simone Montedoro, uomo distinto ed elegante, che vive un periodo difficile. Il fascino di Damiano non lascia indifferenti nè Giada nè Lollo che metteranno da parte la loro amicizia per dar vita ad una sfida all'ultimo colpo per conquistare l'uomo ideale. Una serie di gag, dialoghi serrati e provocazioni fino al colpo di scena finale.

Un'ora e mezza di risate ed applausi per una commedia divertente e frizzante, in cui si apprezza la bravura degli attori affiatati tra loro con una dialettica veloce e brillante che conquista il pubblico. 

Eccezionale Claudia Campagnola: mai una sbavatura, ironica con il pigiama, carismatica quando si lancia nelle tentazioni verso il bel Damiano. Un'ironia intelligente quella di Toni Fornari che non scade mai nella banalità, nè nel doppio senso o nella volgarità. Simone Montedoro, noto per le fiction, è perfettamente calato nella parte del bello e dannato, ma è veramente l'uomo ideale? Guardare lo spettacolo per capirlo!

Si ride, ma non mancano gli spunti di riflessione. Impossibile non riflettere sull'amore, la difficoltà di incontrare la così detta anima gemella e la solitudine dei nostri giorni, in cui non bastano un bel lavoro, impegni interessanti e tanti amici a colmare certi vuoti. 

Enrica Di Carlo 

© Riproduzione riservata