MILITARY WIVES Presentato Alla Festa Del Cinema Di Roma

MILITARY WIVES Presentato Alla Festa Del Cinema Di Roma

Il nuovo film di Peter Cattaneo non farà rimpiangere Thw Full Monty - di Alessia de Antoniis

146
stampa articolo Scarica pdf

MILITARY WIVES

Una commedia agrodolce che fa riflettere e sorridere.
La vita della moglie di un militare al fronte può essere ingrata, ma non per Kate, che affronta lo stress e la monotonia della sua condizione con grazia e perseveranza. Kate infatti trova la sua libertà espressiva nel canto, al punto da riuscire a convincere un gruppo di mogli nella sua stessa condizione a formare un coro: il “Military Wives Choir”, che avrà un grande e inaspettato successo.

Peter Cattaneo (The Full Monty) dirige la candidata all'Oscar e vincitrice del BAFTA Kristin Scott Thomas (L'ora più buia) e la candidata al BAFTA Sharon Horgan (Catastrofe). L'alchimia tra le due attrici si rivela fondamentale per la riuscita del film.

Military Wives racconta di un gruppo di donne, mogli di soldati in guerra in Afghanistan, che si riunisce per dare vita ad un coro. È la storia vera di donne che hanno trasformato un hobby terapeutico in un successo in vetta alle classifiche, qui incentrata su due donne e sui loro diversi tentativi di sollevare gli animi di coloro che sono rimasti in una base militare.

Kate (Kristin Scott Thomas), fredda e controllata, e Lisa (Sharon Horgan), donna decisamente non convenzionale e madre alle prese con una figlia adolescente, si scontrano mentre collaborano ad un progetto che diventerà qualcosa che andrà al di là delle proprie aspettative.

Peter Cattaneo riesce a catturare, nella banalità di quelle case tutte uguali che sono le abitazioni dei militari e delle loro famiglie, la noia delle vite di queste donne, continuamente trasferite da una base all'altra, che cercano di non pensare tra bottiglie di vino, birra e oggetti inutili acquistati con le televendite. Il modo che ognuna ha di esorcizzare l'attesa è parte importante della storia: chi chiude gli effetti personali del marito nelle scatole; Kate che finge che vada tutto bene, ignorando i problemi della figlia adolescente; la moglie che taglia e incolla le propria testa su riviste softcore da inviare al marito a Kabul.

Un buon film che tocca note diverse dello spettatore: lo fa sorridere, commuovere, tifare per i soldati impegnati in guerra.

Le musiche del film, come Time after time di Cindy Lauper, sono orecchiabili e aiutano a coinvolgere gli spettatori.

Una storia di amicizia, amore e sostegno tra le persone che restano sul fronte interno, quelle mogli dei soldati ben rappresentate dalla frase che una di loro risponde ad un attivista per la pace: "Non abbiamo il privilegio di essere contro la guerra. L'abbiamo sposata".

Il film è stato girato a RMB Catterick, dove è stato formato il primo coro militare. La base ha fornito uniformi, veicoli, noleggi e consulenza specifici. Sul set sono stati usati i soldati in servizio e le loro famiglie.

Sarà nei cinema a marzo 2020, distribuito da Eagle Pictures.


Alessia de Antoniis


MILITARY WIVES
di Peter Cattaneo, Regno Unito, 2019, Commedia, 110’
Cast: Sharon HorganKristin Scott ThomasTeresa MahoneyJason FlemyngAmy James-Kelly



© Riproduzione riservata