6 SOLITI NOTI, QUEI BRAVI RAGAZZI INGESTIBILI E SORRIDENTI

6 SOLITI NOTI, QUEI BRAVI RAGAZZI INGESTIBILI E SORRIDENTI

COME CONTAGIARCI NEL SORRISO

stampa articolo Scarica pdf

6 SOLITI NOTI, QUEI BRAVI RAGAZZI INGESTIBILI E SORRIDENTI

COME CONTAGIARCI NEL SORRISO

Quanto è importante ridere ?

Vista la situazione dell’Italia ai tempi del Coronavirus, direi che è fondamentale. Evviva la comicità quando sei personaggi , sei modi di vivere la comicità , dilettano il pubblico attraverso monologhi, barzellette, gag, magia, musica e ballo.Tra Teatro e cabaret, in una commedia scritta e diretta da Roberto Galliani assieme a Vittorio Rombolà, una Produzione B&G live, i 6 protagonisti Alberto Alivernini, Dani Bra, Marco Capretti, Dario D'Angiolillo, Demo Mura, Stefano Vigilante, accompagnati dalla spumeggiante Francesca Rasi, ci guidano, ciascuno, nel proprio fantastico mondo.

Ma chi sono i “6 Soliti Noti”? Attori con una lunga esperienza alle spalle, specialisti della risata, sei bravi ragazzi, ingestibili, irruenti e folli capaci di costruire situazioni sorprendenti, divertenti e diverse tra loro.E chi è la donna in camice bianco ?Una sociologa con una importante missione affidatale dal suo capo, che introduce e racconta con stile i vari comici attraverso citazioni e massime che fara’ sue.C'è un alone di mistero… Qual è il suo obiettivo e qual è la missione dei comici? In che misura il pubblico è parte integrante del suo disegno misterioso?La caratteristica di questo tipo di commedia è quella di porsi in diretto contatto con il pubblico, rompendo la quarta parete, una divisione immaginaria tra palco e spettatore, che i sei comici sfondano letteralmente!E così, abbiamo Demo Mura con i suoi sketches riguardanti la società e la politica, Alberto Alivernini, in un divertentissimo numero di ironica magia, Dani Bra, che veste i panni di un antico romano, che ironizza sugli eterni problemi di Roma, Dario D’Angiolillo, animatore 2.0 ballando e cantando senza sforzo, Stefano Vigilante con la sua comicità “non-sense” a tratti demenziale, che con una marea di parrucche ogni volta è un personaggio diverso e surreale;

Marco Capretti che racconta i problemi di una coppia con una bambina in casa. Ed infine, Francesca Rasi che, strategicamente con grande fascino e un piano preciso introduce, i suoi 6 folli “compagni di viaggio”.In un momento cosi’ angoscioso, evviva, come per magia, si ride! Le persone spesso dimenticano quanto sia importante saper ridere, un problema grave che porterà il genere umano alla noia e alla tristezza perenne. Il grande Chaplin diceva “Un giorno senza sorriso è un giorno perso”. Ridere del quotidiano e di cio’ che ci circonda è da sempre la migliore medicina contro lo stess, l’inquietitudine, la frenesia delle nostre vite. Certo, speriamo che dopo questa chiacchierata abbiamo alleviato un po’ gli animi dalla tristezza, ironizzando su questa commedia all’insegna del divertimento e dell’umorismo, che coinvolgerà emotivamente ogni singolo spettatore.E allora armatevi di speranza e spassosa attesa e dal 2 al 10 Maggio andate al Teatro Roma a vedere i 6 Solti Noti per un carico di allegria, risate e di sano divertimento!

Da rivedere !

Francesca Rasi

© Riproduzione riservata