In Una Trastevere Lenta E Assonnata Dal Lockdown

In Una Trastevere Lenta E Assonnata Dal Lockdown

Il Libraio Andrea Esposito resiste

stampa articolo Scarica pdf

In una Trastevere lenta e assonnata dal Lockdown, Il Libraio Andrea Esposito resiste



Nella Fase 2 il commercio riparte troppo lentamente, ma la cultura è capace di trainare nonostante le difficoltà. E' il caso di Andrea Esposito e della deliziosa libreria Trastevere, nel cuore del Rione. Andrea è ripartito e ci ha concesso una piccola intervista preso dai suoi libri e dal suo lavoro. Avevano cominciato già nelle scorse settimane ad assicurare un servizio a domicilio per i libri, ma le direttive dei dpcm e gli affitti sono comunque scoraggianti. Le Librerie, già verso Gennaio, erano a rischio di chiusura come accaduto alla Libreria del Viaggiatore nella zona di Campo De' Fiori. Andrea resiste e si adatta, ha un buona fetta di clienti che lo segue e festeggia con lui la riapertura chiedendo consigli su cosa leggere e su quali siano le novità nell'editoria.

La Cassa integrazione è in ritardo e le spese non diminuiscono, molti dipendenti sono senza sussidi e Andrea si impegna al massimo affinchè tutto venga svolto in maniera normale, anche se di normale c'è ben poco.

Si risveglia lentamente Trastevere e torna a passeggiare nelle sue vie storiche e di tanto in tanto, gli abitanti del Rione fanno capolino alla Libreria Trastevere per un saluto, o semplicemente una consultazione. Uno alla volta, con mascherina e guanti come da norma, sperando che sia solo un incubo momentaneo e senza conseguenze.




Manuel Berardicurti

© Riproduzione riservata