L’invito Alla Resilienza Di Rafael Silveira In METAFORAMORFOSES

L’invito Alla Resilienza Di Rafael Silveira In METAFORAMORFOSES

I colori del Brasile nel reopening della Dorothy Circus Gallery

stampa articolo Scarica pdf


Un volo di farfalle multicolori unisce l’allestimento delle dodici opere inedite, olio su tela, in un viaggio nel surrealismo, che affronta un tema significativo ed estremamente attuale, quello della metamorfosi, dall’artista affrontato molto tempo prima della pandemia mondiale.

Attraverso l’uso di colori sgargianti, tipicamente sudamericani e l’utilizzo di una ricca simbologia, Silveira ci invita ad essere resilienti e a scoprire le nuove opportunità che hanno come punto di partenza il cambiamento.

Perché come lo stesso artista dichiara: “C'è un divario tra ciò che accade intorno a te e come reagisci ad esso. Attenzione al divario!”

Il titolo della personale Metaforamorfoses è inventato, non esiste, è il risultato della fusione tra le parole brasiliane “metafora” e “metamorfose”, che si riferiscono alle simboliche mutazioni, alle quali sono sottoposti i personaggi raffigurati da Silveira, che diventa un viaggio surreale, per il visitatore, quasi un percorso catartico.

Metaforamorfoses è anche una riflessione dedicata al tema della paternità ed al grande cambiamento esistenziale che l’artista ha subito a seguito della nascita della sua primogenita, subito prima del lockdown, “come accade alla farfalle, anche le nostre esistenze subiscono mutamenti nel tempo. Alcuni di questi movimenti, poi, sono in grado di cambiare i nostri destini per sempre” (citazione dello stesso Silveira).

Dopo svariati anni nell’ambito della comunicazione e della grafica, l’artista ha iniziato una brillante carriera da pittore. L’arte di Rafael Silveira è caratterizzata da grandi tele, molto realistiche e iperdettagliate, in un mix di riferimenti spirituali e culturali, caratterizzate dalla tecnica dell’olio ed impreziosite da monumentali cornici create artigianalmente dallo stesso Silveira, che sembrano essere un’ulteriore appendice dell’opera.

L'artista crede che la vita ci parli continuamente con segni che dobbiamo interpretare e lo stesso accade durante il suo processo creativo alle misteriose narrazioni psicologiche dei suoi dipinti.

Uno stile quello dell’artista che spazia, con le sue tele colorate e surreali, dallo spirito carnevalesco e prorompente, alla spiritualità, alla liberazione dell’anima, chiare le sue influenze da Frida Kahlo, al Surrealismo di Salvador Dalì e Magritte fino a grandi maestri, quali Arcimboldo.

Rafael Silveira è nato a Paraguanà, ma è attualmente locato a Curitiba, in Brasile, ed è sposato alla scultrice brasiliana Flávia Itiberê.

Rafael Silveira ha esposto le sue opere, in tutto il mondo, dall’America all’Europa. La sua monografia “Rafael Silveira”, edita da Editora Sesi-SP, è stata scritta dal curatore e critico d’arte Agnaldo Farias (curatore in occasione di alcune Biennali di Sao Paulo e primo curatore di istituzioni brasiliane di rilievo come il MAM/RJ - Rio de Janeiro Modern Art Musium e il MON - Oscar Niemeyer Museum).

La mostra sarà visitabile, ad ingresso contingentato e solo su appuntamento, fino al 25 luglio prossimo.

Articolo di Stefania Vaghi

© Riproduzione riservata