Ermitage - Il Documentario Narrato Da Servillo Vince Il Nastro D’Argento

Ermitage - Il Documentario Narrato Da Servillo Vince Il Nastro D’Argento

Ermitage – Il potere dell’arte, il docufilm con Toni Servillo si aggiudica il prestigioso premio come miglior documentario d’arte

stampa articolo Scarica pdf

Abbiamo visto per voi Ermitage: Il poter dell’Arte, un documentario sul Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, uno dei più prestigiosi al mondo, insieme a Louvre e ai Musei Vaticani.

La sceneggiatura di Giovanni Piscaglia è molto innovativa, e vede uno dei nostri attori più rappresentativi, anche a livello internazione, Toni Servillo, come guida, sia spazialmente nel museo, che virtualmente attraverso la storia della collezione d’arte da cui è partito.

Il progetto si è avvalsa della collaborazione del direttore dello storico museo, Michail Piotrovskij, e ripercorre la storia della Grande Russia e delle vicende che hanno portato a far sì che oggi, nella Capitale culturale russa, San Pietroburgo, esista questa realtà di inestimabile valore.  

L’approccio è, infatti, inedito: non assistiamo ad un classico documentario, ma ad una ricostruzione, che avviene attraverso due linguaggi paralleli, le parole pronunciate con voce profonda dal nostro Servillo, e le immagini che le illustrano.

Per la ED Produzione, che si aggiudica il premio per il secondo anno consecutivo, nel 2019 era stato Hitler contro Picasso, è una conferma alla scelta risultata vincente di raccontare la storia attraverso l’arte e viceversa.

Il successo di questo tipo di progetti ci fa ben sperare per una ripresa futura di produzioni di qualità, in quanto dimostra che un pubblico c’è, disposto a scegliere i contenuti meno commerciali ma che richiedono un approfondimento culturale; contenuti, badiamo bene, trasmessi con sapienza audiovisiva e con la collaborazione di grandi artisti.

In questo caso, parliamo del già citato Toni Servillo, ma anche della colonna sonora, firmata dall’affermato il pianista e compositore russo Dmitry Igorevich Myachin.

Il docufilm, presentato alla stampa, prima del lock down, è stato trasmesso su Sky Arte durante il mese di Luglio, e sarà a breve riprogrammato. Ne consigliamo la visione, sia pure per piacere meramente estetico di ammirare gli splendidi capolavori russi, che per ricominciare a sognare viaggi culturali appena usciti da questo difficile periodo storico.

Recensione di Gioia G. Di Mattia

© Riproduzione riservata