‍SAMP L’epopea Rituale Di Un Killer Che Uccide Le Tradizioni

‍SAMP L’epopea Rituale Di Un Killer Che Uccide Le Tradizioni

EVENTI SPECIALI - 17° edizione delle Giornate degli Autori Venezia 2|12 settembre 2020

stampa articolo Scarica pdf

Antonio Rezza e Flavia Mastrella, tornano a Venezia con l’ultima produzione cinematografica SAMP, selezionata fra gli eventi speciali delle Giornate degli Autori, dirette da Giorgio Gosetti, nell’ambito della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, in programma dal 2 al 12 settembre 2020.A due anni dalla consacrazione come Leoni d’oro alla carriera per il Teatro 2018,  assegnato dal Consiglio di Amministrazione della Biennale di Venezia che ha fatto propria la proposta del Direttore del Settore Teatro Antonio Latella, tornano Antonio Rezza e Flavia Mastrella con il film SAMP, epopea rituale di un killer che uccide le tradizioni, metafora del nostro tempo.

SAMP è un film on the road, frantuma la sceneggiatura, coglie al volo le locations e gli attori.

Antonio Rezza è Samp, killer di professione che viene ingaggiato da un potente presidente per uccidere i tradizionalisti. L’uomo Samp è affetto da turbe psicologiche che cura con la musica. Dopo aver ammazzato la madre, vaga nella terra di Puglia alla ricerca della donna ideale; durante il suo vagabondaggio incontra persone che conducono una vita naturale, personaggi alla ricerca delle proprie origini e un singolare musicista. Improvvisamente si innamora. Non una ma più volte. Di donne inconsistenti. Uccide ancora e torna un poco umano, di quell’umanità che finirà per stroncare le sue ambizioni di potere.

Le riprese di Samp sono iniziate diciannove anni fa e terminate nel 2020. Si vedono i personaggi invecchiare insieme agli autori, mentre la vivacità delle immagini e dei colori è castigata in un fotogramma che palpita sullo schermo.

© Riproduzione riservata