Idee Nello Spazio: La Finale Dei Corti Teatrali Al Teatro Lo Spazio. Di Flaminio Boni

Idee Nello Spazio: La Finale Dei Corti Teatrali Al Teatro Lo Spazio. Di Flaminio Boni

Si è concluso al Teatro Lo Spazio il concorso di corti teatrali Idee nello Spazio organizzato dalla nuova gestione del teatro e dal suo nuovo direttore artistico Manuel Paruccini.

stampa articolo Scarica pdf

Due settimane, 35 corti in gara votati dal pubblico e da una giuria tecnica di esperti ogni sera diversa.

E’ stato bellissimo poter tornare a teatro, sebbene con tutte le limitazioni imposte dalla pandemia, e farlo con una rassegna di corti trovandosi così ogni sera ad assistere a più storie diverse.

Un’esperienza molto utile per i partecipanti che hanno potuto rimettere piede finalmente su un palco mettendosi in discussione davanti ad un pubblico e ad una giuria tecnica.

Si può affermare che la chiave di questo concorso sia stata il confronto: confronto di autori e attori con se stessi e il proprio lavoro prima, con gli altri partecipanti poi e confronto con il giudizio del pubblico e della giuria di esperti.

Durante questa bella esperienza come giurato, ho potuto apprezzare buone idee, bei progetti e lavori interessanti, alcuni dei quali di ottimo livello.

Le proposte sono state le più diverse, così come i generi e le interpretazioni.

Alla fine di ogni corto i membri della giuria erano chiamati a esprimere un’opinione, un consiglio, un punto di vista sul lavoro presentato, tentando di dare, attingendo ognuno alla propria esperienza, un’indicazione, un punto di vista altro e forte di una certa dimestichezza col mestiere.

Un plauso va al direttore artistico Manuel Paruccini e a tutta la macchina organizzativa.

Da segnalare la presenza in giuria di Riccardo Casertano che si occuperà di una stagione parallela a quella in cartellone dal titolo Spazio Giovani e che in questa occasione ha potuto già selezionare prodotti interessanti.


La giuria, presieduta nella serata finale da Pino Ammendola, ha visto la partecipazione di: Anna Cuocolo, in veste alcune sere anche di presentatrice, Annalisa Favetti, Fabrizio Bancale, Flaminio Boni, Riccardo Castagnari, Massimo Zannola, Diego D’Attilio, Gianni De Feo, Valentina De Giovanni, Guido Del Vento, Giuseppe Di Falco, Raffaele Festa Campanile, Attilio Fontana, Salvatore Gemellaro, Maximilian Nisi, Stefano Onofri, Davide Petrucci, Viola Pornaro, Emiliano Reggente, Francesco Sala, Simona Scarpati, Franco Sciacca.

Di seguito i vincitori del concorso Idee nello Spazio:


1 posto “Occhio al cuore” di Emiliano Metalli, con Bruno Petrosino e Mauro Toscanelli;

2 posto “L’Ospite” di Refrigeri- D’Arcangelo, con Chiara Moretti e Paola Salvatori;

3 posto “Mary” di Cecchini-Macchiusi, con Federico Maria Galante e Filippo Macchiusi.


Il presidente di giuria Pino Ammendola ha scelto come miglior interprete femminile Gisella Cesari e miglior interprete maschile Mauro Toscanelli.


Il premio Spazio Giovani è andato a “Secondo Atto” di Simone Sardo.

Il premio Fotobook a cura di Diego D’Attilio è stato assegnato a Gisella Cesari.

I premio Gaiaitalia è andato a “Misfatto D’amore” di Viviana Simone e Giovanni Solinas.


I vincitori di primo, secondo e terzo posto, avranno la possibilità di esibirsi con la versione completa del loro spettacolo al Teatro Lo Spazio rispettivamente per tre sere, due sere e una sera.

C’è da augurarsi che non sia escluso che anche altri lavori presentati possano essere tenuti in considerazione per la prossima stagione 2020/2021 che tutti ci auguriamo possa cominciare il prima possibile e senza limitazioni da pandemia.

Flaminio Boni 

© Riproduzione riservata