Botticelli, Protagonista Indiscusso Dell’annuale Masters Week Di Sotheby’s

Botticelli, Protagonista Indiscusso Dell’annuale Masters Week Di Sotheby’s

La casa d’asta Sotheby’s durante l’annuale Master Week vende per 92 milioni di dollari l’opera di Sandro Botticelli dal titolo Giovane che tiene in mano un tondello.

stampa articolo Scarica pdf


28 gennaio 2021 - La casa d’asta Sotheby’s durante l’annuale Master Week vende per 92 milioni di dollari l’opera di Sandro Botticelli dal titolo Giovane che tiene in mano un tondello. Il dipinto è stato conteso tra due compratori collegati telefonicamente da Londra e da New York. Ad aggiudicarsi il capolavoro della ritrattistica rinascimentale, è stato l’acquirente londinese. Un’asta storica perché Sotheby’s ha registrato un nuovo record per l’artista fiorentino: fino ad oggi questo primato era di Christie’s che aveva venduto per dieci milioni di dollari nel 2013 la Madonna col Bambino e San Giovannino.

Alessandro di Mariano di Vanni Filipepi noto come Sandro Botticelli ha dipinto il Giovane che tiene in mano un tondello tra il 1470 e il 1480, proprio quando stava iniziando a ideare le sue esemplari opere allegoriche che tutti noi conosciamo e che oggi si possono ammirare agli Uffizi: Primavera e La nascita di Venere. Il dipinto in questione è stato esposto in molti musei tra cui il Metropolitan Museum of Art di New York, la National Gallery di Londra e la National Gallery of Art di Washington.

L’opera realizzata a tempera su tavola di pioppo, rappresenta un giovane a mezzo busto, vestito con un raffinato corsetto nero, in posa davanti a una finestra aperta su un cielo nitido. Il ragazzo in mano regge un medaglione raffigurante un santo, ispirato alle tavole a fondo d’oro del Trecento di Bartolomeo Bulgarini. Anacronismo? Se così fosse si potrebbe collegare all’identità ancora ignota dell’effigiato. Molte le ipotesi, quella più accreditata è che potrebbe trattarsi di un membro del ramo cadetto della famiglia de’ Medici, come Giovanni di Pierfrancesco, fratello minore di Lorenzo il Popolano e mecenate di Botticelli.

Articolo di Federica Fabrizi

© Riproduzione riservata