Arte Borgo Intenational Art Contest Dal 19 Febbraio Al 4 Marzo 2021

Arte Borgo Intenational Art Contest Dal 19 Febbraio Al 4 Marzo 2021

L’intento del Premioarteborgo è di rappresentare un importante momento di incontro e confronto in una realtà in cui gli artisti possono rapportarsi con professionisti e collezionisti.

stampa articolo Scarica pdf


Il Museo Fondazione Venanzo Crocetti di Roma ospita da Venerdì 19 Febbraio al 4 Marzo 2021 l’esposizione dedicata alle opere dei 20 finalisti del Premioarteborgo 2021. Il concorso internazionale di arte contemporaneo è organizzato dall’Associazione culturale Are Borgo. L’intento del Premioarteborgo è di rappresentare un importante momento di incontro e confronto in una realtà in cui gli artisti possono rapportarsi con professionisti e collezionisti. Gli Artisti con abilità ed intelligenza, esprimono attraverso diversi linguaggi tematiche fortemente attuali. La competizione ha visto la partecipazione di numerosi artisti tra cui: Roberto Cardone, Giancarlo Ciccozzi, Laura De Lorenzo, Fabio Giocondo, Antoni Kowalski, Tomasz M Kukawski, Silvana Landolfi, Giancarlo Lepore, Angela Maltoni, Paolo Mazzucato, Veronica Morresi, Gavino Piana, Luciano Puzzo, Domenico Silvestri, Przemko Stachowski, Rosa Trindade, Monica Vilert, Solmaz Vilkachi, Pengpeng Wang, Mauro Zorer.

La giuria composta da Gialnluigi Mattia, Laura Turco Liveri, Oriana Impei, Floriana Mauro, Alessio Santucci, Roberto Catellucci ha assegnato i vari premi assegnando le posizioni agli artisti.

Il primo premio Arte Borgo International Art Contest è stato assegnato dalla giuria all’artista iraniana Solmaz Vilkachi, con l’opera “Plastemìa”, 2020 con 5 voti su 5, per l’originalità, la fantasia ideativa e l’attualità del tema, che denuncia con ironia le problematiche ambientali ed esistenziali del nostro tempo, coniugando armonicamente modalità esecutive tradizionali e materiali moderni con carattere installativo, a prescindere dalle dimensioni.

Il secondo premio è stato assegnato all’artista italiano Gavino Piana, con l’opera “ Dio non c’è”, 2016, con 3 voti su 5, per l’ efficacia comunicativa e di attualità della condizione umana espressa con grande perizia tecnica tradizionale.

Il terzo premio è stato assegnato all’artista spagnola Monica Vilert, con l’opera “Senza Titolo”, 2020; con due voti su cinque. Quest’opera è stata analizzata dalla giuria per la forza antitetica, che regge, con assoluto rigore, l’equilibrio cromatico, formale e materico, strutturando quasi architettonicamente composizione e colori.

Visitare questa mostra può aiutare a comprendere l’arte come forma di comunicazione e consente di guardare al di là di qualsiasi limite e confine, come un linguaggio universale attraverso la ricerca e la passione, trasformandosi e incedendo con la dinamicità odierna.

Museo Fondazione Venanzo Crocetti

Via Cassia, 492 Roma

Orario: lun/ven 11:00-13:00 I 15:00-19:00

Sabato 11:00-19:00

L’ingresso sarà contingentato secondo le normative vigenti

E’ obbligatorio l’uso della mascherina

Promosso da

Associzione Culturale “Arte Borgo”

Borgo Vittorio, 25- Roma

Info@arteborgo.it www.arteborgo.it

Federica Isopo

© Riproduzione riservata