L’arte Riparte Da Roma In 100 Centimetriquadri – La Resilienza

L’arte Riparte Da Roma In 100 Centimetriquadri – La Resilienza

Al via la settima edizione di "Roma in 100 centimetriquadri" - La Resilienza, fino al prossimo 9 settembre.

stampa articolo Scarica pdf

Un appuntamento che neanche la pandemia è riuscito a fermare, ai blocchi di partenza la settima edizione di “Roma in 100 centimetriquadri” che in questo agosto ha un tema attualissimo “La Resilienza”, evento organizzato da Spazio40 Art di Fabrizio Ena, curato da Tina Loiodice, in collaborazione con EPM Edilpiemme Roma e Cristina Rubinetterie.

Dopo la chiusura della storica galleria Spazio40 Art a Via dell’Arco di San Calisto, Roma in 100 centimetriquadri, quest’anno è ospitata in due sedi differenti: dal 23 al 29 agosto alla Galleria Il Laboratorio di Via del Moro 49 a Trastevere e a seguire, come d’abitudine, dal 1 al 9 settembre nello Showroom EPM ROMA a Piazza di S. Salvatore in Lauro 3.

Opere in formato miniatura 10x10 che spaziano dalla pittura, agli acquerelli, dalla digital art alla fotografia, dalle ceramiche alle piccole sculture ed installazioni.

Tutte volte a rappresentare il singolo tratto artistico distintivo dei ben 65 artisti partecipanti, che sono, in ordine puramente alfabetico: Guido Allegrezza, Ar_KK, Franco Battaglia, Paola Bernardi, Maurizio Bruziches, Dario Calì, Valter Campanella, Giorgio Cardarella, Antonella Cascio, Marco Castellari, Anna Catalano, Damiana Cicconetti, Claudia Clemente, Barbara De Cubellis, Rita Denaro, Angelo Di Gianfilippo, Martina Di Russo, Martina Donati, Edyta Dzierz, Sabrina Faustini, Monica Galeotti, Elisabetta Giambanco, Loredana Giannotti, Emanuela Grassi, Jonathan Grego, Sabrina Guerrini, Sergio Guerrini, Caroline Heider, Giovanni Ingrassia, Valentina Lo Faro, Tina Loiodice, Annalisa Macchione, Piergiorgio Maiorini, Mauro Mammucari, Lucia Marchetta, Rocco Marcocci, Annunziata Mariani, Elisabetta Martinez, Marilena Martiradonna, Emanuela Mastrototaro, Riccardo Meloni, Carlo Moratti, Maria Federica Naddeo, Adriano Necci, Onda Bianca, Cristina Paladino, Viviana Pallotta, Laura Palmarocchi, Linda Paoli, Maria Antonietta Parenza, Ilaria Pergolesi, Monica Pizzo, Simonetta Rossetti, Antonio Salerno, Fabio Santi, Lory Sidoni, Lisistrata Simone, Anja Spagl, Elena Spizzichino, Daniela Tamburini, Aurea Vattuone, Pino Ventra, Juanni Wang.

Scorci di Roma, colossei, panorami, foto del lockdown, in un mix & match lasciato anche alla libera interpretazione del significato più ampio di resilienza, fisica, psicologica, artistica, che fanno bella mostra sulle singole mensole che colorano e danno vita al candore della galleria di Via del Moro.

E proprio in sede di vernissage che ho deciso di fare qualche domanda a Fabrizio Ena, che dal 2015 organizza "Roma in 100 centimetriquadri".

Settima Edizione di “Roma in 100 centimetriquadri”, con un tema quando mai calzante al periodo “La Resilienza”, ce la puoi raccontare?

Ad un certo punto della primavera abbiamo sentito la necessità di riorganizzare qualcosa. Il tema era “scontato”, così come Roma e la resilienza. Lo scopo principale era quello di rivedere i tanti amici che abbiamo lasciato e che non vedevano da parecchi mesi e la risposta è stata, a dir poco, emozionante! Come vedi in mostra ci sono ben 65 artisti. E’ stato assolutamente impegnativo gestirla, soprattutto senza uno spazio espositivo tuo, dalla consegna dei lavori a tutta una serie di problematiche, tra le quali anche l’allestimento, ma ci siamo riusciti. Stasera abbiamo avuto una grande affluenza di pubblico e sono contentissimo. L’evento sarà doppiato nello spazio EPM Edilpiemme Roma  a settembre a Piazza San Salvatore in Lauro, loro ci sono stati sempre in tutte le edizioni di “Roma in 100 centocentimetriquadri”, la seconda tappa è sempre da loro e, forse, ma non voglio anticipare nulla, potrebbe esserci la sorpresa di questo 2021, anche un terzo appuntamento…

Ogni artista è stato lasciato libero di esprimere la sua creatività rispetto al tema proposto?

Noi lasciamo liberi gli artisti, non c’è selezione, tutti quelli che vogliono partecipare vengono accettati, solo il formato del 10x10 va rispettato. Devo dire che il livello degli artisti si è mantenuto costante, molto buono anche stavolta, nonostante il periodo di fermo pandemico. Siamo assolutamente soddisfatti. Ognuno si è espresso al meglio con la fotografia, la pittura, la scultura, l’acquerello, le installazioni, c’è un po' di tutto. Ma deve essere così, un vero e proprio happening dell’amicizia e dell’arte, non solo una semplice e stereotipata mostra collettiva. La considero una “reunion”, un rivedersi dopo 8 mesi, tante emozioni, fa male al cuore, ma fa bene alla salute e allo spirito.

Hai lasciato dopo 10 lunghi anni il tuo spazio Spazio 40 Art a Via dell’Arco di San Calisto, che avevi insieme a Tina Loiodice, come mai questa decisione dolorosa?

La decisione è stata assolutamente forzata e dovuta al periodo di lockdown. Siamo rilegati alla ruota di scorta della cultura, di tutto il sistema, per nulla rappresentati e tutelati, sia gli artisti che le gallerie che li rappresentano. Noi continueremo a fare altri eventi. Questo è il nostro punto di ripartenza, il nostro secondo scopo della mostra. Il primo era l’amicizia, il terzo il poter inserire nuovamente in mostra anche Tina Loiodice che manca da tanto tempo, perché è sempre impegnatissima con la street art (anche in questi giorni è impegnata in una nuova opera a muro a Lido di Tarquinia).”

Roma in 100 centimetriquadri sarà visitabile fino al prossimo 29 agosto alla Galleria Il Laboratorio di Via del Moro 49 e dal dal 1 al 9 settembre nello Showroom EPM ROMA a Piazza di S. Salvatore in Lauro 3 e merita assolutamente una visita per la particolarità delle piccole opere in mostra, che sono tutti degli autentici capolavori in formato mignon!

Articolo di Stefania Vaghi

© Riproduzione riservata