FRANCESCA REGGIANI AL TEATRO OLIMPICO FA LA GATTA MORTA

FRANCESCA REGGIANI AL TEATRO OLIMPICO FA LA GATTA MORTA

Fino al 21 novembre al Teatro Olimpico Francesca Reggiani con il nuovo spettacolo "Gatta Morta" per ridere delle nostre abitudini post Lockdown

stampa articolo Scarica pdf

Francesca Reggiani torna con un nuovo spettacolo dopo due anni di stop causa pandemia e lo fa con 90 minuti di show totalmente nuovi. “Gatta Morta” è in scena fino al 21 novembre al Teatro Olimpico con personaggi, imitazioni e monologhi che fotografano la nuova realtà, le nuove mode ed abitudini degli italiani post lockdown e Covid 19. Un racconto divertente e satirico, che non perde di vista la cronaca e la politica.

Tra gli “ospiti”, le divertenti parodie dell’attrice, non possono mancare i personaggi con cui abbiamo preso confidenza nell’ultimo anno e mezzo. La virologa Ilaria Capua: d’altra parte, da marzo 2020 non c’è show senza un virologo e lo stesso vale per lo spettacolo della Reggiani, che ironizza sul modo tutto italiano di rispettare le regole, di vivere l’isolamento e soprattutto le scelte in merito a vaccino e green pass.

C’è la politica e l’attualità, con l’improbabile intervista doppia tra Giorgia Meloni e Concita De Gregorio e Vittorino Andreoli che spiega pregi e difetti dell’iperconnessione a cui ci siamo abituati.

E poi un grande classico di Francesca Reggiani: l’analisi dei rapporti umani, in particolar modo, le crisi di coppia dovute all’isolamento forzato che ha costretto le famiglie a trascorrere tanto, troppo, tempo insieme e a scoprire nuovi hobby pur di svagarsi. Un crescendo fino allo strepitoso monologo finale culminato con la definizione e la descrizione della Gatta Morta che la Reggiani vuole riabilitare: prendere spunto da quello che proprio un complimento non è, per capire l’universo femminile e magari, con leggerezza e ironia, imparare qualcosa anche dalle gatte morte. D’altra parte: chi non ne conosce almeno una?

Enrica Di Carlo 

© Riproduzione riservata