SCULTURE NELLA SCULTURA DEL MUSMA

SCULTURE NELLA SCULTURA DEL MUSMA

Benvenuti al più importante museo italiano interamente dedicato alla scultura nella suggestiva cornice di Palazzo Pomarici a Matera

stampa articolo Scarica pdf

Il panorama artistico italiano non finisce mai di stupire così ci si può imbattere a Matera in quello che è l'unico museo "in grotta" al mondo, considerato anche fra i più importanti dedicati esclusivamente alla scultura. Ma sarebbe riduttivo parlare del Musma solo come di un museo considerato che visitando la struttura sono tante le possibilità di conoscenza che arricchiscono anche dal punto di vista storico. A cominciare proprio dal Palazzo Pomarici, in via San Giacomo, con il suo irresistibile fascino che non solo si manifesta nelle superfici edificate ma soprattutto nelle cavità che si aprono negli ambienti sottostanti. Uno di quei patrimoni del nostro territorio che è stato abbandonato per anni fino a rientrare, nel 1988, in un progetto di straordinaria manutenzione e sistemazione da parte del Ministero dei Lavori Pubblici e essere così destinato a sede della Fondazione Zétema di Matera. Situato ai margini della "Civita", "Il Palazzo delle Cento Stanze" con i suoi ampi ipogei scavati, presta ogni singolo spazio all’esposizione delle sculture creando una perfetta simbiosi fra le opere d’arte e la suggestione dei Sassi di Matera.

Il progetto museale del Musma vuole evidenziare la capacità della Matera turistica di non ancorarsi solo sul suo prezioso patrimonio naturale ed architettonico ma anche sulla contemporaneità. Da qui la scelta di collezionare opere di validi artisti moderni che hanno trovato un luogo di esposizione davvero unico fra cui anche le cosiddette “Sale della Caccia”, arricchite da decori murali che rappresentano ritratti e scene bucoliche. Entrati nel museo si è subito animati dall’entusiasmo della scoperta considerate le tante sale a disposizione che rappresentano dei piccoli scrigni ricchi di tesori. Si tratta di una collezione permanente con circa 400 opere tra sculture, ceramiche, multipli, gioielli, medaglie, disegni, incisioni, libri d'arte che per lo più sono state frutto di donazioni da parte di critici, galleristi, artisti o loro congiunti.

Rosario Schibeci

© Riproduzione riservata