Will Smith E Chris Rock: Lo Scontro (triste) Senza Vincitori

Will Smith E Chris Rock: Lo Scontro (triste) Senza Vincitori

Siate sinceri: in quanti ricorderete la 94° edizione degli Academy Award (più volgarmente conosciuti come Oscar)

stampa articolo Scarica pdf


Siate sinceri: in quanti ricorderete la 94° edizione degli Academy Award (più volgarmente conosciuti come Oscar) per qualcosa che non sia lo schiaffo rifilato da Will Smith al comico Chris Rock?

La vicenda ormai nota e assoluto trend topic delle ultime ore non richiede particolari riassunti, considerata la semplicità della sua essenza, ma qualora qualcuno si fosse perso i particolari, potete trovarli di seguito: il comico nero ha ironizzato sulla testa pelata di Jada Pinkett Smith, la moglie dell’attore malata di alopecia, dicendo che non avrebbe visto l’ora di vederla protagonista del secondo film sul Soldato Jane e l’ex Principe di Bel Air, dapprima divertito come mostrano le telecamere, si alza subito dopo avvicinandosi al collega per mostrargli tutto “il suo disappunto”, tramite “una manovra fisica” di certo non ispirata da un sentimento di particolare simpatia. Tornato al suo posto, Will Smith invita il comico, in maniera colorita, a non tirare più in ballo la moglie nelle sue battute.

Evidente l’imbarazzo dell’uditorio e fine della scena.

Nella stessa serata, Will Smith ha ottenuto il suo primo Premio Oscar, nella categoria miglior attore protagonista, per la sua interpretazione di Richard Williams nel film “King Richard”. Statuetta nelle mani della star di Indipendence Day, discorso bagnato da lacrime dettate dal momento piuttosto imbarazzante venutosi a creare e, adesso, i rumor secondo i quali L’Academy potrebbe chiedere all’attore afroamericano di restituire il prestigioso riconoscimento.

Will Smith si è già scusato per l’avvenuto e Chris Rock ha dichiarato che non sporgerà denuncia per l’accaduto.

Questo forse(?) metterà fine alla querelle tra i due, ma di certo l’opinione mondiale si è subito schierata a favore o contro il gesto di violenza. Tra sostenitori della giustezza della risposta fisica all’infelice battuta sulla moglie e coloro che condannano, invece, la sproporzione tra lo schiaffo e la violenza verbale, il dibattito rimane più che mai acceso.

Tra accuse, abbastanza comprensibili, di bullismo rivolte a Chris Rock e difese a spada tratta di un uomo che difende la propria donna dagli attacchi altrui, numerose sono le posizioni sull’argomento.

C’è anche chi vede nella Pinkett Smith una delle responsabili dell’accaduto, avendo, quest’ultima, avuto la possibilità di dissociarsi dal misero momento di cui i due uomini si sono resi responsabili.

Insomma, mentre il fatto pare abbastanza chiaro, le reazioni allo stesso non lo sono, ma, al netto delle migliaia di voci che si sono alzate al riguardo, ci sarebbe solo da condannare, senza troppi indugi, sia le parole non divertenti di Rock che si limita a prendere in giro, senza costrutto alcuno, un altro essere umano che la reazione manesca di un uomo che, in quel momento, ritiene l’aggressione fisica l’unica risposta possibile alla provocazione.

Di certo, comunque la si vede, un brutto momento di televisione e un brutto messaggio, in un’occasione che vede tutto il mondo collegato per una cerimonia che si era aperta all’insegna di un messaggio di pace da veicolare dappertutto, in un momento delicato come questo.

E invece, è andato tutto come non doveva.

Giuseppe Menzo

© Riproduzione riservata