L'ANTICAMERA DEL CIELO, UN'OPERA DI NARRATIVA CHE DESCRIVE LA REALTA'

L'ANTICAMERA DEL CIELO, UN'OPERA DI NARRATIVA CHE DESCRIVE LA REALTA'

Queste tredici storie descrivono situazioni di persone comuni, che vivono la loro vita di tutti i giorni, scandita dalla quotidianità ma in cui all'improvviso accade qualcosa, una svolta positiva, una curva che fa virare la loro vita

stampa articolo Scarica pdf

"L'ANTICAMERA DEL CIELO", UN'OPERA DI NARRATIVA CHE DESCRIVE LA REALTA'

Un'opera di narrativa che descrive la realtà e le storie di persone che si incontrano quotidianamente, storie di vita comuni che hanno un finale inatteso e una svolta improvvisa dietro l'angolo: questo fa lo scrittore Edoardo Tincani con la sua opera "L'anticamera del cielo", un libro dallo stile semplice ma variegato che mette nero su bianco la semplicità della vita.

Il libro si compone di tredici storie intitolate: "Una bici in più", "Amori di un astronomo", "Di madre e figlia", "Niente più lacrime", "L'anticamera del cielo", "Il caffè lungo", "Aggiornamento sanitario", "Fine di una storia", "Pensieri di una vedova", "Missione sottomarina", "Un cavaliere", "Dono di un presepe" e "Natale a casa Bordi". Tredici è un numero che allude a Dio e nulla è lasciato al caso dall'autore.

Queste tredici storie descrivono situazioni di persone comuni, che vivono la loro vita di tutti i giorni, scandita dalla quotidianità ma in cui all'improvviso accade qualcosa, una svolta positiva, una curva che fa virare la loro vita: la speranza che si intravede alla fine di ogni racconto, quel sorriso che porta ai sogni e lascia sognare per ogni storia. E questo fa l'autore, infonde speranza con le sue storie, e come faceva Manzoni, si avvale della svolta che che segna le vite, un qualcosa di indelebile che può essere un evento o una persona.

Edoardo va a toccare in modo delicato delle corde sensibili riguardo l'emotività, racconti che sembrano avere un finale predestinato ma che hanno un finale diverso da quello che ci aspettiamo e che al lettore infonde una profonda morale. Comprendere quale sia, spetta alla sensibilità di ogni lettore.

Nericcio Evelyn Grazia

© Riproduzione riservata