ALFABETO OBIC: Un Viaggio Tra Arte E Cibo Al MICRO

ALFABETO OBIC: Un Viaggio Tra Arte E Cibo Al MICRO

Nasce Alfabeto OBIC: un nuovo modo di leggere l'arte attraverso il gusto

stampa articolo Scarica pdf

OBIC non è solo un progetto, è una costellazione di linguaggi che ruotano attorno all'arte e al cibo. Un alfabeto inedito che decodifica l'essenza di un'opera d'arte e la traduce in un'esperienza multisensoriale, dove il gusto si intreccia alla vista, all'olfatto e al tatto.

Anna Paola Lo Presti, ideatrice del progetto, distilla l'anima di ogni opera d'arte e la trasforma in una ricetta, creando un ponte tra estetica visiva e gusto. La ricetta diventa essa stessa opera d'arte culinaria, immortalata in una fotografia che completa il cerchio.

Tre artisti, tre visioni, un'unica mostra. Roberto Giacomucci, Giulio Marchetti, Mario Ricci. La mostra ALFABETO OBIC presenta le opere di tre artisti contemporanei selezionati dal curatore Gianluca Marziani. Un viaggio espositivo che invita a esplorare nuove connessioni tra arte e cibo, in un dialogo aperto e inclusivo.

Un volume per approfondire il progetto. Il volume “OBIC L'idea o visione del cibo prendendo sul serio l'anima”, edito da Cambi Editore, accompagna il visitatore in un viaggio alla scoperta del progetto. Le opere di artisti contemporanei come Carla Accardi, Afro e Alberto Burri dialogano con le ricette e le fotografie create da Anna Paola Lo Presti, offrendo una chiave di lettura inedita e stimolante.

ALFABETO OBIC è un evento che celebra la bellezza e la complessità del cibo, elevandolo a vera e propria forma d'arte. Un'occasione unica per immergersi in un mondo di creatività e di gusto, dove l'arte nutre l'anima e il cibo diventa un'esperienza estetica.

LA PAROLA AI CURATORI

Gianluca Marziani: ALFABETO perché volevamo un primo evento che fosse l’inizio di un nuovo pensiero, la gestazione simbolica di un vocabolario che parlasse la lingua di connessione tra arte come cibo della mente e food come estetica culturale oltre il puro mangiare. ALFABETO OBIC è un viaggio complesso tra opere di natura analogica, pensate sui temi trasversali che riguardano il cibo, realizzate da tre artisti italiani che hanno lavorato in esclusiva per il nostro evento. In parallelo sarà l’occasione di presentare tre nuovi scatti fotografici, realizzati da OBIC DIGITAL CREW come racconto dell’anima profonda dei tre artisti, per evocare le loro estetiche in un sistema figurativo che trasformi in opera il pensiero e l’azione che guida le loro creazioni. Le stampe, sulla falsariga delle immagini che compongono il volume, verranno realizzate con una tiratura limitata e stampate su carte di grande pregio, a conferma di una speciale cura che riguarda ogni singolo elemento del progetto. Le stesse stampe, nate da un dialogo poetico e mai didascalico con l’artista coinvolto, avranno una parallela natura liquida in forma di NFT, così da offrire ai collezionisti la proprietà sicura di un’opera digitale ma anche l’emozione sensibile di un quadro da godersi in casa.  

Anna Paola Lo Presti: La forza originale dei nostri scatti risiede nelle modalità di composizione, nella stessa idea compositiva che guida la narrazione dietro ogni singola natura. Ci interessa che la foto stampata sia l’esito di un viaggio figurativo tra conoscenza e scoperta, non un semplice scatto di documentazione ma lo still life evoluto di un’azione orchestrale e sincretica. Ci piace che la nostra crew riveli le vite segrete dietro un ingrediente, la connessione che si crea con gli altri linguaggi creativi, portando la fotografia su un piano pittorico e scultoreo; e, al contempo, inserendo quella stampa raffinata in un circuito digitale che la renda innovativa e attrattiva nel mondo delle blockchain. 

© Riproduzione riservata