I Geni Della Biro Al Teatro Degli Audaci

I Geni Della Biro Al Teatro Degli Audaci

Fino al 5 maggio una moderna fiaba con la regia di Flavio De Paola

stampa articolo Scarica pdf

“I geni della biro” in scena fino al 5 maggio al Teatro degli Audaci di Roma è una moderna fiaba con la regia di Flavio De Paola, accolta con applausi e risate dagli spettatori presenti alla prima.

La narrazione, è ambientata negli anni ’80 ed è incentrata su due su due amici, Norman (interpretato da Ilario Crudetti) e Andy (Flavio de Paola), che vivono insieme in un appartamento e insieme dirigono e producono una rivista alternativa. Norman è il vero scrittore e consuma i polpastrelli scrivendo articoli sul lavoro a maglia e copioni per film porno, che Andy, il suo agente, riesce a trovare. I due amici sono sempre al verde e Andy trascorre il suo tempo cercando di trovare un modo per allontanare i creditori con scuse assurde e vendendo abbonamenti della rivista.

Per non pagare l’affitto Andy asseconda tutte le assurde e strane richieste della signora Macchinini, la padrona di casa, presente ma mai in scena.

Insieme condividono il sogno di produrre un musical, ma Norman in crisi creativa non riesce a scrivere il finale tanto atteso.

L’arrivo improvviso della nuova vicina di casa sconvolge la vita dei due amici e rompe l’equilibrio. Norman si innamora follemente e fa una corte spietata alla bella Sophie (Nicole Mastroianni ), giovane e attraente ragazza americana, nuotatrice olimpica, fidanzata e vicina alle nozze con un marine.

Si susseguono momenti di grande comicità, sottolineati dagli applausi e dalle risate del pubblico, con Norman che ha perso la testa e ha smesso di lavorare e il tentativo di Andy di riportarlo alla ragione …

Si intreccia, quindi, un rapporto a tre con lo scambio veloce di battute e un continuo di situazioni tragicomiche in una commedia attuale, dove si intrecciano le tematiche della vita reale: i sentimenti, l’amicizia, il lavoro, la lealtà, i problemi economici.

La scenografia è essenziale e la vicenda è ambientata nell’appartamento dei due amici, nel soggiorno e in particolare intorno alla scrivania e agli oggetti: un barattolo di marmellata, la macchina da scrivere, un vecchio registratore e un telefono che squilla senza sosta con Andy che corre da una parte all’altra del palcoscenico, Il ritmo della commedia è veloce e gli attori entrano ed escono velocemente dalla scena aprendo e chiudendo tre porte.

Photo Credits: Monica Irma Ricci

Monica Ricci 

 

© Riproduzione riservata