Al Teatro De' Servi La Commedia Ti Va Di Sposarmi

Al Teatro De' Servi La Commedia Ti Va Di Sposarmi

Amore e amicizia in scena fino al 12 maggio al Teatro de' Servi grazie alla commedia scritta e diretta da Danila Stalteri

stampa articolo Scarica pdf

Dal 30 aprile al 12 maggio al Teatro de’ Servi di Roma in scena “Ti va di sposarmi?”, la commedia in cui i valori dell’amicizia e dell’amore si scontrano e diventano i protagonisti.

Regista e protagonista Danila Stalteri, in scena Sara, e  Roberta Garzia, che sul palco è Valentina. Le due sono amiche e coinquiline: Valentina vende vini prestigiosi, Sara organizza eventi, entrambe cercano di arrotondare lavorando anche in un locale, Valentina principalmente come cameriera, Sara come cantante. Valentina cerca ancora il vero amore: l’ attuale  è Santo, interpretato da Leonardo Bocci, più giovane di lei, lavora o meglio afferma di lavorare come cameriere. Per Valentina è quello giusto, finalmente diverso dagli altri, in realtà sembra nascondere qualcosa sin dalle prime battute. A Sara non piace e lo dice senza mezzi termini a Valentina che non le crede, pensa si tratti di gelosia, finché Sara non ha le prove. Scopre infatti che Santo, oltre a non essere responsabile sul lavoro, in realtà ha un’altra relazione che lo sta per rendere padre.

La prima reazione è tragicomica: non solo per le scelte di Valentina, ma soprattutto per la presenza della quarta protagonista della commedia, la colf Maria. Una donna semplice, pugliese, dalla battuta spontanea e l’ironia contagiosa. La delusione per il tradimento si trasformerà in consapevolezza e permetterà al legame di amicizia tra le due donne di rafforzarsi e trionfare.

Uno spettacolo in due atti, un’unica scenografia che si trasforma da appartamento a locale notturno solo con un gioco di luci e piccoli accorgimenti scenici. Lo spettacolo è leggero, gradevole, ma migliora decisamente sul finale. La prima parte sembra mancare di ritmo, tanti gli input lanciati dai protagonisti che restano “appesi”. Qualche nodo si scioglie nel secondo atto, altri restano irrisolti.

Spicca per carattere, personalità e presenza scenica la regista e protagonista Danila Stalteri (Valentina). Trova poco spazio, ed è un peccato, Leonardo Bocci: porta la sua genuinità vestendo i panni di un trentenne che viene dalla provincia, un po' mammone, senza stabilità economica.

Per godere della simpatia e assistere al duello tra amore e amicizia, c’è tempo fino al 12 maggio al Teatro de’ Servi di Roma, a via del Mortaro, nel cuore della Capitale.

Enrica Di Carlo

© Riproduzione riservata

  • Articolo Precedente

  • Prossimo Articolo