Manzoni, Le Confidenze Pericolose Di Pamela Villoresi E Patrizia Pellegrino

Manzoni, Le Confidenze Pericolose Di Pamela Villoresi E Patrizia Pellegrino

In scena fino al 23 dicembre insieme a Blas e Paolo Roca Rey

215
stampa articolo Scarica pdf

Quando due donne si incontrano e iniziano a parlare, si aprono a numerose confessioni personali, ancora di più se a farlo sono una psicologa e la sua paziente. È questo l’incipit di Confidenze pericolose di Daniela Morelli per la regia di Diego Ruiz. Lo spettacolo, che adesso è in scena al Teatro Manzoni fino al 23 dicembre, ha come protagoniste Emma (interpretata da Pamela Villoresi) e Serena (impersonata da Patrizia Pellegrino): la prima è una terapeuta, che ha una vita normale, un marito (un professore) con il quale ha attraversato un momento di crisi, non del tutto superato, e uno dei tre figli (un musicista) che vive in casa con loro, ma che è alla “disperata”ricerca dell’indipendenza da mamma e papà (troppo apprensivi). E la seconda invece è una donna che non passa inosservata, che si esibisce in un locale cantando e ballando, e soprattutto che guarda alla vita in maniera disincantata, nonostante le difficoltà vissute in passato. Questi sono gli ingredienti di una commedia divertente che regalerà diverse sorprese, colpi di scena e occasioni di riflessione. Perché nonostante il rapporto psicologo-paziente, entrambe durante queste confidenze avranno l'opportunità di rivedere il proprio modo di approcciarsi alla vita. Emma inizierà a prendere in considerazione e a scoprire la chiave di lettura che Serena dà al mondo, vivendo in maniera più leggera. Leggerezza che non vuol dire stupidità ma innocenza. Serena però non è solo questo è un mix di sentimenti, pensieri, delusioni che rivelate alla sua dottoressa la porteranno a cambiare. Di certo non è il caso di raccontare la storia per intero, però nel rapporto che si instaura tra queste donne, con tutte le vicende che coinvolgeranno anche gli altri due personaggi della storia, Bruno il marito di Emma, interpretato da Blas Roca Rey, e il figlio Daniele, impersonato da Paolo Roca Rey, non mancano le occasioni per ragionare su certi aspetti che riguardano un po’ tutto il mondo femminile: dalla gelosia, alla sensazione di non essere abbastanza per il proprio uomo, fino a una percezione di sé sbagliata e alla necessità di dover dare una svolta alla propria vita. Così tra una riflessione e l’altra si ride in compagnia di un cast davvero buono, con le due punte di diamante, la Villoresi con il suo estro e la sua verve tramite i quali conduce sapientemente dall’inizio alla fine lo spettacolo; e la freschezza della Pellegrino che dà anche un tocco di semplicità e limpidezza al racconto. La scenografia che si divide tra la casa di Emma e Bruno, lo studio della psicologa e il locale (Chic e chiffon) in cui si esibisce Serena è stata realizzata da Salvo Manciagli. I costumi sono di Lucia Mariani e quelli creati per Patrizia Pellegrino di Marco Strano; le musiche di Massimiliano Pace e il trucco di Giada Laganà.

Di Sabrina Redi

Teatro Manzoni (Via Monte Zebio 14/c-00195 Roma Tel. 06/3223634, www.teatromanzoni.info) dal 29 novembre al 23 dicembre.

Orario spettacoli: dal martedì al venerdì ore 21, sabato ore 17-21. Domenica ore 17.30, lunedì riposo. Martedì 18 dicembre ore 19, giovedì 20 dicembre ore 17-21. Biglietto intero euro 25, ridotto euro 22.

© Riproduzione riservata