CINETICA Al CONTEMPORARY CLUSTER Con Daddy D Dei Massive Attack

CINETICA Al CONTEMPORARY CLUSTER Con Daddy D Dei Massive Attack

All’apertura di Cinetica al CONTEMPORARY CLUSTER Daddy D dei Massive Attack , che ha accompagnato la mostra immergendola in un modo surreale . Un ensemble, denominato opportunamente “KINETIC SOUND“. In cui lo spettatore è immerso in una line-up innovativo quanto empirico. Art.di Alessija Spagna

164
stampa articolo Scarica pdf

CONTEMPORARY CLUSTER _________________________________
SABATO, 15 DICEMBRE 2018 CONTEMPORARY CLUSTER #11
“CINETICA”

All’apertura di Cinetica al CONTEMPORARY CLUSTER Daddy D dei Massive Attack , che ha accompagnato la mostra immergendola in un mood surreale . Un ensemble, denominato opportunamente “KINETIC SOUND“. In cui lo spettatore è immerso in una line-up innovativo quanto empirico, i suoni sono co-partecipi agli stimoli visivi.Creando suggestioni psicosensoriali.Ai piani superiori la parte espositiva .La mostra racconta l’estesa continuità del lavoro artistico di Antonio Barrese e Alberto Marangoni, dagli esordi del Gruppo MID a oggi. MID è acronimo di Mutamento (non semplice cinetismo ma dinamica metamorfica), Immagie,(luogo immateriale della ricerca visuale),dimensione (lo Spazio/Tempo, nella sinestesia multimediale, attraverso la metadisciplina).In CINETICA le dimensioni ,il tempo e lo spazio sono delle trasformazioni in movimento che creano allo spettatore l’illusione immateriale del tempo , in cui ci si trova e ci crogiola in questo “non luogo“ Le trasformazioni sono assolutamente movimentate e si diventa spettatori attivi di un’illusione metafisico­-pertubante in cui si esplorano diverse possibilità con la luce . Entriamo dunque dentro una discoteca multimediale.Finisce il ciclo espositivo, l’architetto Osvaldo Romberg che s’interessò all’arte cinetica verso la fine degli anni ’60 e ricoprì, anche lui, per la Galleria Studio Farnese un ruolo primario.La mostra continua fino al 7 febbraio .

Alessija Spagna

© Riproduzione riservata