LIU BOLIN

Ieri, 7 febbraio alle ore 19.00, negli spazi della Galleria Borghese a Roma si è tenuta, in occasione del Capodanno cinese, una performance dell'artista

stampa articolo Scarica pdf

Ieri, 7 febbraio alle ore 19.00, negli spazi della Galleria Borghese a Roma si è tenuta, in occasione del Capodanno cinese, una performance dell'artista LIU BOLIN, Il quale si è mimetizzato di fronte al quadro di San Girolamo di Caravaggio in una sala del Museo Capitolino. La manifestazione nasce dalla collaborazione tra l'artista, la Galleria Boxart e Andrea Amoruso Manzari, organizzatore del Rome Chinese New Year per KRT. Liu Bolin appartiene a quella generazione di artisti degli anni 90 che vive il periodo "post rivoluzione culturale" ed assiste agli inizi di quello che sarebbe stato un grande sviluppo economico, non privo per il suo impeto, di contraddizioni quali l'annientamento dei tessuti urbani storici e di quanto in essi protetto, in nome di un nuovo sviluppo urbano del pianeta Cina. Liu Bolin artista poliedrico che, con la tecnica del body painting , riesce a raggiungere la mimetizzazione completa con la realtà circostante, un perfetto camaleonte. È dal 2008 che BOLIN guarda all'Italia e agli sforzi che vengono compiuti da tanti per salvaguardare l'immenso patrimonio storico-artistico del nostro paese. E, proprio nel 2008, l'artista cinese con la Galleria Boxart, avvia il ciclo Hiding in Italy (nascondersi in Italia) che proseguirà, poi, nel 2011 a New York. Nel 2012,alla Galleria Borghese, l’artista già si era mimetizzato davanti alla scultura di Paolina Borghese.

Maria Laura Perilli 

© Riproduzione riservata