La Stagione 2019/2020 Del Teatro Augusteo Tra Teatro E Musica

La Stagione 2019/2020 Del Teatro Augusteo Tra Teatro E Musica

Un cartellone pronto a soddisfare occhi ed orecchie del pubblico campano è stato presentato stamane nel foyer del Teatro Augusteo di Napoli, affollato dalla presenza di tanti protagonisti della prossima stagione

388
stampa articolo Scarica pdf

Un cartellone pronto a soddisfare occhi ed orecchie del pubblico campano è stato presentato stamane nel foyer del Teatro Augusteo di Napoli, affollato dalla presenza di tanti protagonisti della prossima stagione come Gianfranco Gallo, Serena Autieri, Sal da Vinci, Andrea Sannino solo per citarne alcuni.

Il Teatro Augusteo ospiterà dal 25 ottobre al 3 novembre la versione italiana di The Play That Goes Wrong ossia Che disastro di commedia: la storia di una compagnia teatrale amatoriale che, dopo aver ereditato una ingente somma di denaro, tenta di produrre un ambizioso spettacolo che ruota intoro ad un omicidio perpetrato negli anni ‘20 nel West End.

Dall’8 al 17 novembre sarà la volta di Biancaneve: un viaggio musicale tra il pop, il rap, il folk ed il rock, per rappresentare i vari mondi – ognuno descritto nel suo continuo confronto tra bene e male – per arrivare al cuore e all’intelletto degli spettatori. Una Biancaneve quindi molto lontana da quella raccontata dai fratelli Grimm.

Un appuntamento immancabile per i partenopei è il concerto di Massimo Ranieri, dal 22 novembre al 1 dicembre, con un omaggio alla canzone napoletana degli anni Cinquanta e Sessanta oltre ai suoi immancabili successi.

Cyrano di Riccardo Pazzaglia con protagonista Gennaro Cannavacciolo, sarà in scena dal 6 al 15 dicembre. Una trasposizione musicale della fiaba che tutti conosciamo: un invito all’amore essenziale, autentico ed oltre ogni logica.

Altro artista che al Teatro Augusteo è di casa è Sal da Vinci (20 dicembre), che porterà in scena con Fatima Trotta, La fabbrica dei sogni: un cantautore che vive in un manicomio abbandonato, coltiva il sogno di cantare in un teatro vero...perché i pazzi non credono nei sogni, i pazzi vivono nei sogni.

Aggiungi un posto a tavola con Gianluca Guidi sarà in scena dal 31 gennaio al 9 febbraio: il parroco di un paesino di montagna viene incaricato da Dio in persona di costruire una nuova arca per salvare il suo paese dal diluvio universale ma il giovane prete sarà accusato di pazzia e…

“Come è possibile che due parole che da sole evocano così tanta bellezza, “Equità” e “Italia”, unite si contraggono dolorosamente come chi è in preda alla più dolorosa delle coliche addominali?”. Ce lo spiegherà Biagio Izzo in Tartassati dalle tasse di Eduardo Tartaglia, dal 21 febbraio al 1 marzo.

Carlo Buccirosso e Rosalia Porcaro saranno i protagonisti di La rottamazione di un italiano perbene in scena dal 6 al 15 marzo. Un ristoratore di professione, marito e padre di due ragazzi si trova a lottare contro un vero e proprio esaurimento nervoso causato dalla forte crisi economica.

Dal 20 al 29 marzo, Andrea Sannino sarà protagonista del musical di Federico Vacalebre, Carosone l’Americano di Napoli. Carosone è un musical verace ma internazionale costruito intorno all’attualità della lezione del Maestro di “Torero”, di cui nel 2020 cade il centenario della nascita.

In anteprima nazionale sarà presentato dal 17 al 26 aprile, il nuovo spettacolo musicale scritto da Maurizio De Giovanni con protagonista Serena Autieri.

Lo zio del medico dei pazzi di e con Gianfranco Gallo, sarà in scena dal 12 al 16 febbraio. Con il suo stile originale, Gianfranco si è lasciato liberamente ispirare da O Miedeco de’ pazze di Scarpetta e Pension Scholler di Jacoby e Laufs.

Un appuntamento particolarmente interessante per gli amanti della canzone italiana sarà Sanremo Musical che ripercorre la storia e le evoluzioni del costume italiano degli ultimi settant’anni. Un musical dove sono raccontati i sogni, certezze e paure di otto giovani artisti che amano il festival perché è stato la colonna sonora dei loro genitori e dei loro nonni, una storia che forse un giorno li vedrà protagonisti su quello stesso palco dove si sono esibiti i più grandi interpreti della musica italiana ed internazionale.

Molta cura c’è stata nello scegliere e proporre gli appuntamenti fuori abbonamento. Iniziando il 5 e 6 ottobre con la V^ edizione di Bentornata Piedigrotta di Leonardo Ippolito, uno spettacolo brioso, allegro, senza soste e al tempo stesso di grande valore storico-culturale.

Tanti le voci che ci terranno compagnia con i loro concerti: Fiorella Mannoia (7 ottobre), Alberto Russo (17 ottobre), il musical We Will Rock You (5 novembre), Francesco Renga (18 e 19 novembre), Le Vibrazioni (20 novembre), Paola Turci (2 dicembre), Fabrizio Moro (4 dicembre), Pink Floyd Legend (16 dicembre), Giovanni Allevi (17 dicembre), Nek (20 gennaio), Niccolò Fabi (21 gennaio), Teresa Mannino (27 gennaio), The Queen Orchestra (16 marzo). Ed ancora con date da definire: Mimmo Maglionico & Pietrarsa con ‘Mbarka Ben Taleb, Musicanti, Lina Sastri, Sciuscià di Leonardo Ippolito e per concludere Peppe Iodice.

Una menzione a parte merita il festival internazionale ARTECINEMA previsto dall’11 al 13 ottobre. Un Festival internazionale di film sull'arte contemporanea nato nel 1996 con l'obiettivo di far conoscere al grande pubblico le diverse espressioni dell'arte contemporanea attraverso una selezione di documentari sui maggiori artisti, architetti e fotografi della scena internazionale.

Si rinnova la collaborazione tra il Teatro Politeama e Teatri Associati / Teatro Area Nord per la messa in scena degli spettacoli del progetto “Confini Aperti”. Da dicembre 2019 ci sarà quindi l’immancabile appuntamento natalizio con La Cantata dei Pastori di Peppe Barra mentre il nuovo anno si aprirà con Lo Schiaccianoci Ballet from Russia. Ed ancora dall’11 gennaio La Presidentessa con Gigi Savoia e Renato De Rienzo e per concludere il 25 gennaio un imperdibile appuntamento con il concerto spettacolo Omaggio a Morricone.

Che il sipario si alzi.


Sara Grillo

Cenni storici

L’Augusteo è un teatro storico che fu progettato dall’architetto Arnaldo Foschini e realizzato dall’ingegnere Pier Luigi Nervi, realizzato tra il 1926 ed il 1929. Chiuso durante la prima guerra mondiale, fu riaperto nel 1945 come club della Croce Rossa e solo nel 1950 fu ristrutturato in chiave più moderna divenendo un cinema. Solo nel 1992 partì una profonda opera di recupero architettonico ed il teatro venne restituito alla città nel suo aspetto originario grazie all’architetto Pippo Caccavale. La nuova gestione – ad opera di Francesco Caccavale - ha posto da subito grande attenzione alla qualità degli spettacoli in programmazione.


Teatro Augusteo

Piazzetta Duca d'Aosta 263 Napoli

Tel. 081414243 - 405660

www.teatroaugusteo.it

© Riproduzione riservata