Casoli Pinta, Un Inaspettato Museo Sotto Le Stelle

Casoli Pinta, Un Inaspettato Museo Sotto Le Stelle

Su tre colli che si affacciano sul Mare Adriatico e che degradano in maestosi calanchi, sorge la città abruzzese di Atri, in provincia di Teramo, situata nel comprensorio delle Terre del Cerrano. Dalle origini molto discusse, probabilmente illirico-sicule, fu municipio e colonia romana.

349
stampa articolo Scarica pdf

Casoli Pinta, un inaspettato Museo sotto le stelle

di Roberta Melasecca

Su tre colli che si affacciano sul Mare Adriatico e che degradano in maestosi calanchi, sorge la città abruzzese di Atri, in provincia di Teramo, situata nel comprensorio delle Terre del Cerrano. Dalle origini molto discusse, probabilmente illirico-sicule, fu municipio e colonia romana; successivamente nel XII secolo divenne feudo principale dei Conti d’Apruzio, appartenendo al Ducato di Spoleto. Dal 1385 passò sotto la dominazione degli Acquaviva, famiglia che si distinse in Italia nel periodo del Rinascimento fino al 1760, anno in cui la città tornò sotto il dominio diretto del Regno di Napoli e, in seguito, del Regno d’Italia. Tra le principali emergenze architettoniche la Cattedrale, iniziata nel 1264, esempio mirabile di romanico abruzzese e il Palazzo Ducale: sorto su edifici di età romana, venne riedificato alla fine del 1300 come fortezza militare e ampliato verso la metà del XVI secolo come sede della famiglia ducale degli Acquaviva. Al di sotto del Palazzo si snodano le Scuderie, ricavate, sempre nel 1300, da una enorme cisterna romana, collegata ad una imponente rete idrica.

Le intriganti ed intricate stanze delle Scuderie sono state scenografia e teatro della mostra degli artisti selezionati per la VII Biennale Nazionale di Pittura Murale Casoli Pinta, curata da Riccardo Celommi e organizzata dall’Associazione Culturale Castellum Vetus di Casoli di Atri, con il contributo del Comune di Atri e della Fondazione Tercas, e che ha visto vincitore l’artista aquilano Callisto Di Nardo. L’opera I colori dell’autunno diventerà un murales che andrà ad arricchire il museo sotto le stelle e si aggiungerà ai già presenti 55 dipinti murali.

Casoli Pinta, infatti, non è una semplice biennale, ma un coraggioso e visionario progetto che dal 1996 ha trasformato il vicino borgo di Casoli di Atri in una galleria a cielo aperto. Ogni due anni, infatti, il paese assume le sembianze di un vero e proprio laboratorio artistico, nel quale artisti e abitanti sperimentano una vita condivisa nell’arte e nella bellezza, in un sistema di partecipazione e condivisione di esperienze e storie. Come ha dichiarato il Vice Sindaco e Assessore alla Cultura di Atri, Domenico Felicione, durante la serata di premiazione del 7 giugno 2019, amministratori e cittadini, in tutti questi anni, sono stati cambiati dall’arte che cresceva e prendeva forma nelle strade, nelle piazze, tra i vicoli.

L’arte trasforma e cambia: l’arte è una scelta di vita, di evoluzione e crescita, un paesaggio universale e naturale in cui fare prosperare il bene comune e in cui porre le basi per una comunità sana, accogliente e ospitale.

La mostra sarà visitabile presso le Scuderie di Palazzo Ducale fino al 29 settembre 2019 e raccoglie le opere di Sonia Babini, Paola Caprioni, Norma Carrelli, Mara Carusi, Lara Casaccio, Michelangelo D’Auria, Callisto Di Nardo, Stefano Fagioli, Giorgio Formicone, Patrizia Franchi, Marco Genovesi, Rossana Infante, Antonio Lore, Anna Maria Magno, Cesare Pinotti, Massimo Piunti, Lauro Potenza, Georgios Poyatzis, Daniela Protopapa, Valerio Raffa, Andrea Ranieri, Lucia Ruggieri, Angelo Salce, Elisabetta Scaloni, Loriana Valentini. In esposizione anche artisti fuori concorso: Vittorio Amadio, Roberta Di Maurizio, Marisa Marconi, Clodoveo Masciarelli e Meri Valentini; per l’occasione sono in mostra anche alcune tele di Pasquale Celommi (Montepagano 1851 - Roseto degli Abruzzi 1928), di suo figlio Raffaello (Firenze 1881 - 1957) e del nipote Luigi (Roseto degli Abruzzi 1933 - Roseto degli Abruzzi 2016).

VII Biennale Nazionale di Pittura Murale Casoli Pinta
7 - 29 settembre 2019
Scuderie Palazzo Ducale - Atri (TE)

© Riproduzione riservata