Lucus Feroniae Ci Ricorda Quanto La Vita è Amara.

Lucus Feroniae Ci Ricorda Quanto La Vita è Amara.

Lucus Feroniae ci ricorda quanto la vita è amara. Tra la luna e le stelle la borgata si presenta a noi con la sua anima ribelle: Renato (Stefano Ambrogi) tiene Teresa (Chiara Cavalieri) e Maria (Martina Zuccarello) senza fiato.

420
stampa articolo Scarica pdf

Lucus Feroniae ci ricorda quanto la vita è amara. Tra la luna e le stelle la borgata si presenta a noi con la sua anima ribelle: Renato (Stefano Ambrogi) tiene Teresa (Chiara Cavalieri) e Maria (Martina Zuccarello) senza fiato. Tra violenza e prostituzione è un susseguirsi di pura e autentica emozione. In una Roma di borgata arriva pure un professore (Marco Mosca) a mettersi sulla cattedra della vita: perché l’intelligenza è più forte anche della forza. Basta un poco di cicuta e anche la paura più grande è fottuta. Insieme a una figlia di buona donna (Germana Cifani) David Mastinu ci mostra una Roma misera e accantona dove lo spirito di sopravvivenza in perfetto stile Darwin ci ricorda una cosa: che la guerra serve ai poveri per diventare più poveri e ai ricchi per diventare ancora più ricchi. Perché anche quando una roccia sta per farti sprofondare in fondo al fiume ti aggrappi alla vita per non cadere giù.Articolo di Federico Terenzi 


© Riproduzione riservata