Anastasia Kuzmina

Anastasia Kuzmina

Qui in Italia la danza e la preparazione sono concepite più come una disciplina sportiva. In Ucraina la danza è una forma d’arte.

stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

Con immenso piacere oggi abbiamo la possibilità di intervistare la bravissima ballerina Anastasia al termine di una sua lezione presso la scuola di danza BdR in zona Parioli.

Prima domanda: come ti sei avvicinata alla danza ?

Mia madre tornata da una vacanza in Portogallo ed in Spagna e li si è innamorata dei balli latino americani. Tornata in Ucraina mi ha iscritto a dei corsi che si tenevano nella mia città, premetto che ho cominciato a studiare questi balli quando ancora non erano cosi popolari come oggi. Avevo circa 5 anni e avevo già una preparazione classica. Dopo qualche tempo mi è stato assegnato un compagno che per caratteristiche fisiche poteva fare al mio caso e cosi abbiamo cominciato a studiare delle coreografie e a partecipare a delle competizione. Il mio primo risultato è stato il penultimo posto,ma da allora il ballo latino americano è entrato nella mia vita.

In questi anni da quanti maestri hai appreso le tecniche di questo ballo?

Io ho viaggiato molti paesi e ho studiato con tanti maestri, ma la lista parte dal mio primo insegnante, quello che mi ha dato tutto: Andrej.Non lo vedo da tempo. In Italia invece ho splendidi ricordi dei maestri dell’Emporio Danza Gabusi, ma non posso non citare la grandissima Yulia Musikhina vincitrice di una edizione della competizione "Ballando con le stelle", ed infine Carolyn Smith.

Quando hai cominciato, la preparazione atletica è stata molto dura?

Sin da piccoli nell’allenamento è indispensabile saper gestire la respirazione, usare determinati muscoli e non altri, inoltre c’è una forte preparazione psicologica. Negli anni ho notato che esistono diversi stili di allenamento: qui in Italia la danza e la preparazione sono concepite più come una disciplina sportiva per es corsa, stretching, palestra. In Ucraina la danza è una forma d’arte.

Ora tocchiamo l’argomento "cibo"?

Si! Dall’Ucraina all’Italia ho dovuto cambiare le abitudini alimentari; nel mio paese si mangia molta più carne che pasta. Quando sono arrivata in questo splendido paese mi sono immersa nella dura realtà delle lasagne,tortellini,pizzette,piadine ,assaggiando proprio tutto.... cibo adatto ad una ballerina!! (ride). Dopo il primo mese mi ero resa conto di aver preso ben 3 kg e mi sono subito rimessa sulla retta via.

Le amicizie invece ?

Per un pò di anni non ho avuto tanti amici; quando sono arrivata la "competizione" era il mio primo obbiettivo; ero determinata nel mondo della danza e questa situazione si è protratta sino alle superiori. Qui in Italia ho conosciuto tre persone- amiche con cui ho legato che non mi hanno mai fregata e sono cinque anni che ci conosciamo. Loro sono state parte integrante dei miei successi, dei miei momenti tristi e di crisi. Ringrazio Dio di averle incontrate.

Parliamo di danza Moderna?

La mia preparazione è completa: ho delle basi di danza classica,di danza moderna, di Hip Hop che tra l'altro è una tipo di danza che adoro. Come ballerina io vorrei ballare tutto.(ride)

Se non avessi fatto la ballerina cosa avresti voluto fare ?

Sicuramente avrei fatto l’attrice oppure avrei tentato la carriera della cantante! Sin da piccolina sono cresciuta guardando numerosi film che legavano tutte le mie passioni: dirty dancing, Mamma mia, Grease, I miserabili e, ultimamente, sono una fans accanita di Glee.

Preparando questa intervista ho letto del tuo debutto teatrale; ne parliamo ?

Si certo! Ho partecipato all’evento teatrale “Una scelta non Chiara”. E' una storia fantasy che racconta di un personaggio molto interessante: un quarantenne sposato, con la sua vita tranquilla,il suo lavoro e le sue abitudini,che un giorno riceve una telefonata sconvolgente dall’amore della sua vita che non sente e non vede da circa vent’anni; lei gli chiede di rincontrarlo ma quando si incontrano, lei che è rimasta giovane, tenta di sedurlo cosi si creano delle situazioni divertenti che rendono brillante la commedia. Non racconto come va a finire piuttosto venite a vedermi.(ride)

Come ha vissuto l'impatto con il palcoscenico?

Fantastico! Il primo minuto mi ero dimenticata tutte le mie battute, ero presa dal panico; ho sbirciato da dietro le quinte ed ho visto il teatro Duse pieno: 900 persone sedute che mi appalaudivano e ridevano alle mie battute. Il loro calore mi ha dato la serenità di affrontare questa mia prima volta su di un palco così importante.

Ti immedesimi in questo personaggio ?

No. Non sono diretta con gli uomini come il personaggio di Chiara.

L’Italia è anche, come ben tu sai, un paese ricco di cultura ;hai un autore letterario di riferimento ?

Il mio autore preferito in questo momento è Pirandello; mi ritrovo in questo straordinario romanziere e adesso sto leggendo " uno ,nessuno,centomila"; questa opera per certi aspetti mi coinvolge soprattutto quel che riguarda il mondo dello spettacolo, ma è anche interessante la parte della falsità della gente.

Hai partecipato a due reality di successo; hai mai pensato ad un terzo sull'enogastronomia?

No, no! Non potrei mai fare un reality sulla cucina, sono stata ospite della Parodi nella sua trasmissione e sono riuscita a non rompere un uovo; ho fatto una figuraccia (ride) in compenso so fare le insalate, sia quelle russe che tradizionali che sono alla base della mia alimentazione.

Prima delle esibizioni spero ti nutri !?

Dipende dall’allenamento; se ad esempio mi devo preparare per una gara devo consumare 1500 calorie al giorno; il cioccolato è indispensabile poco prima della gara mentre a pranzo riso bianco, verdure (che non mi piacciono ), nessuna bevanda dolce, tanta acqua e frutta.

Una volta finito l’allenamento e le tue lezioni hai del tempo libero? Vai al cinema? Lo segui?

Si certamente! Amo tutti i film di Woody Allen, che considero un genio, le commedie musicali, non amo il genere di fantascienza. Ho seguito e sono una fans accanita della saga di Herry Potter e se mi proponessero una parte sarei indecisa tra la figura di Hermione oppure Luna Lovegood, un personaggio sognatrice un pò come lo sono io.

Ci mettiamo anche la musica ?

Premetto che io non ascolto musica latino-americana al di fuori dell’allenamento; i miei autori preferiti sono Vasco ,Beatels, Ed Shiran mi piacciono molto i testi e potrei anche dirti che sto preparando una coreografia sul grande rocker di Zocca.

L’Italia è anche il paese della moda….

Si... seguo la moda; ho avuto modo di lavorare con marchi giovani tipo la Sweet Years sono abiti freschi e sportivi che adoro indossare ma quando mi arrivano richieste su twitter oppure instagram di giovani talentuosi designer ed ho la possibilità di visionare i loro cataloghi sono ben disposta a veicolare quel marchio.

Qual è il tuo abbigliamento base.

Io sono un tipo jeans e canotta, all star(ride) ma in base alle serate ed agli eventi indosso anche il classico vestitino con i tacchi.

Sei stata la madrina della Nazionale Attori di calcio per un evento di beneficenza a Isola del Liri?

La beneficenza non è importante lo è di più; la nazionale attori con il suo impegno riesce a portare un sorriso a chi ha bisogno ,si rende partecipe di eventi importanti che poi ci si diverte questo si, ma soprattutto si fa del bene. In questo momento mi sto avvicinando alle problematiche sulla stamina ma preferisco non dire altro. Ho anche dei progetti di volontariato in Africa,ma tornando ai reality ho visto estrema povertà sia in India che in Nepal e queste sono problematiche che mi rattristano molto.

Tornando all’attualità, se permetti vorrei che mi parlassi dell’Ucraina?

Io sono filo Ucraina; bisogna parlarne perché è una questione importante! Stanno dividendo un paese a pezzettini e non succede tutti i giorni e si sta rompendo un equilibrio. Le televisioni ci inondano di immagini dove si vede la popolazione inneggiare alla scissione ma tutto questo non è vero; sono immagini forvianti! C’è una grande parte di popolazione che viene soffocata dall’esercito di Putin. Truppe che hanno sparato sulla gente inerme solo se manifestava il dissenso. Tutto questo non è giusto! Io voglio la pace e che soprattutto l’esercito invasore si ritiri.

Se organizzassero un evento sulla pacificazione dell’Ucraina parteciperesti ?

Si certo! Sarei la prima ad organizzare qualcosa per la mia gente...mi hai dato un’idea.

Programmi estivi: vacanza oppure lavoro?

Si, ho delle esibizioni in giro per l’Italia; ho degli spettacoli teatrali con lo spettacolo di Chiara, poi... cibo! Vado in Sicilia a Taormina e poi alle Eolie.

Grazie Anastacia per la disponibilità nel raccontarci tutti i tuoi progetti soprattutto quelli legati al mondo della beneficenza. In bocca al lupo.

© Riproduzione riservata

Multimedia