VENTITRÉECINQUANTANOVE

Vernissage dal 25 ottobre al 17 novembre - Officine Beat

232
stampa articolo Scarica pdf

VENTITRÉECINQUANTANOVE

23.59

ART EXHIBITION


Espongono 

Amalia Caratozzolo - Flavia Mitolo - Giovanni Palmieri

Sara Vincetti - Francesco Viscuso - Manuela Vitali


Abito opera Alessandra Ciccopaolo


dal 25 Ottobre al 17 Novembre 2019


VERNISSAGE 25 Ottobre ore 22.30 - Performance inaugurale ore 23.59


Interprete della performance inaugurale Stefania Visconti


a di cura Andrea Alessio Cavarretta

in collaborazione con Raffaella Ceres ed Elena costa


OFFICINE BEAT

Via degli Equi, 29 - Roma (San Lorenzo)


- organizzazione KIROLANDIA® -


"C'è sempre un attimo in cui tutto volge..."

Amalia Caratozzolo, Flavia Mitolo, Giovanni Palmieri, Sara Vincetti, Francesco Viscuso, Manuela Vitali sono i sei artisti che racconteranno il divenire, in VENTIRÉECINQUANTANOVE 23.59 - Art Exhibition, attraverso la loro duplice opera atta a rappresentare, con differenti linguaggi estetici, un possibile cambiamento intorno ad un inafferrabile attimo. Le variegate espressioni artistiche andranno ad impreziosire, dal 25 Ottobre al 17 Novembre 2019, gli spazi di OFFICINE BEAT rinomato cocktail bar di Roma nel quartiere San Lorenzo.

L'esposizione d'arte sarà arricchita dalla presentazione dell'abito-opera creato da Alessandra Ciccopaolo per raffigurare l'essenza del cambiamento stesso e che verrà indossato dall'attrice Stefania Visconti durante la performance inaugurale del 25 Ottobre proprio sul limitare delle 23.59.


VENTIRÉECINQUANTANOVE 23.59 - Art Exhibition, curata da Andrea Alessio Cavarretta, con la collaborazione di Raffaella Ceres per la riflessione critica ed Elena Costa per la regia del percorso espositivo, con l'organizzazione di KIROLANDIA®, aprirà i battenti alle 22.30 di Venerdì 25 Ottobre. All'inizio dell'opening, nella mostra collettiva, sarà possibile ammirare di ciascun artista sola una delle due opere, ogni rispettiva seconda creazione, verrà svelata nel divenire della serata, prima che tutto converga verso quel minuto antecedente alla mezzanotte.

Provenienti da tutta Italia con distinte sensibilità espressive ciascuno degli artisti, con le sue due opere inedite contenute nell'esposizione romana, rappresenterà quel passaggio, quella trasformazione racchiusa in un fugace tempo in cui ogni cosa può volgere. Amalia Caratozzolo con le sue illustrazioni digitali ci racconterà un misterioso scandire del tempo, Flavia Mitolo attraverso due acrilici misti su tela rappresenterà l'energia che si evolve, mentre gli acrilici con telaio ornamentale di Giovanni Palmieri ci diranno le due facce dell'essere in divenire, le immagini con parole su tela di Sara Vincetti narreranno la forza della speranza e del cambiamento, Francesco Viscuso delimiterà  nei suoi collage analogici un inizio ed una fine pregni di profondità allegorica e Manuela Vitali con un olio su tela e un arazzo dirà la metamorfosi del vivere attraverso vortici esistenziali.

Così, in questa mostra ricca di simbolismi, il variopinto abito realizzato da Alessandra Ciccopaolo, prendendo vita, dirà anch'esso la variazione dell'essere tramite l'interpretazione della poliedrica artista Stefania Visconti nella performance "La sposa notturna" scritta e diretta da Elena Costa.

Il brano che accompagnerà questo momento apice del vernissage sarà "Brave Enough" del cantautore Bora, presentato dall'etichetta RIVOLUZIONE DISCHI prima dell'Estate e riproposto nell'esibizione come colonna sonora del divenire di un'anima.

Il critico Raffaella Ceres scrive: "L’incessante rinnovarsi di un istante passato che si tramuta in futuro. O forse, il fermo immagine di imperfetto e glorioso saper essere. Sei incredibili artisti e un’imprevedibile stilista s’incontrano in - Ventitréecinquantanove - oltre il confine del tempo, fra stili diversi e suggestioni oniriche dedicate a quella linea misteriosa che separa, senza mai (inter)rompere, ciò che è stato da ciò che sarà. Per essere un insieme bisogna essere unici. Così come le cifre che decorano un orologio. Così, come le anime artistiche che pervadono le opere di questa mostra-evento unica nel suo genere."

VENTIRÉECINQUANTANOVE 23.59 - Art Exhibition curata dallo scrittore Andrea Alessio Cavarretta rimarrà a fare da cornice ad OFFICINE BEAT sino al giorno dell'anno dedicato al Gatto Nero e chiuderà i battenti Domenica 17 Novembre alle 18.30 durante un intimo salotto creato sempre dalla scrittrice Elena Costa arricchito da un confidenziale percorso di letture dedicate proprio alla festa dei neromantati.

L'esposizione delle varie opere troverà equilibrio estetico nell'allestimento realizzato dall'architetto Alberto Armoni con l'intento di colpire l'occhio seguendo un equilibrato discorso estetico.

Sara Saurini è supporto organizzativo della mostra.

La parrucca indossata da Stefania Visconti durante la performance è realizzata da BALDORIA'S CRAZY WIGS.

Media partner della mostra è il contenitore culturale CULTURSOCIALART di Sissi Corrado.

La grafica è a cura di Maria Paola Canepa.

Un ringraziamento immenso al padrone di casa Flavio Casciotti per aver spalancato all'arte le porte del suo OFFICINE BEAT e per aver creato, ispirandosi alla mostra, il cocktail 23.59.

- Il più grande mistero è l'essere ma anche il divenire. Ho pensato di dare impulso creativo a questa mostra perché volevo raccontare l'inafferrabile misterioso quid della vita che consente sempre di evolversi e trasformarsi. Ho chiamato a rappresentare questo fugace pensiero un coro di artisti dall'elevata sensibilità, coinvolto un'attrice che ha fatto dell'arte la sua intera vita ed insieme ad uno staff di validi professionisti abbiamo lavorato tutti per creare il senso del profondo mutamento dell'anima.  - 

© Riproduzione riservata