Il Settore Degli Eventi Chiede Aiuto Con Il Video Di SITE

Online il video-appello di SITE - Society for Incentive Travel Excellence. La ripartenza del 15 luglio è lontana per un settore che è fortemente in crisi.

stampa articolo Scarica pdf

Un settore che produce oltre 36 miliardi del PIL nazionale, dando lavoro a circa 570.000 operatori impegnati ogni anno, in oltre 1 milione di eventi, fiere, meeting e congressi. Sono i numeri esposti da SITE - Society for Incentive Travel Excellence in un video-appello del settore, diffuso sulla rete e visionabile al link https://www.facebook.com/SITE.Italy/videos/1126822891020893/ .

Una vera e propria richiesta d'aiuto al governo, condivisa online all'indomani delle letture ufficiali fatte dal premier Giuseppe Conte, il cui ultimo DPCM ha dato il via alla Fase 3, una fase in cui però sono ancora rinviati i grandi congressi, presitigiosi eventi che sono spesso correlati all'utilizzo di strutture alberghiere a 4 e 5 stelle. Strutture esclusive e dunque non alla portata di tutte le tasche che, con l'arrivo delle stagioni dei congressi assumono il loro senso più ampio ed importante, accogliendo in occasione dei grandi meeting, un target molto attivo e dedito alle spese extra luxury.

SITE è l'associazione mondiale degli eventi motivazionali e di incentivazione, l'unica a livello globale, dedicata al rafforzamento ed al supporto dell'intera filiera organizzativa. Uno speciale capitolo di SITE è dedicato all'Italia attraverso il canale SITE Italy, che offre ai propri membri occasioni di sviluppo professionale, certificazioni e networking, il tutto attraverso l'esperienza nel settore della crescita professionale e della costruzione di eventi in tutto il mondo. Una pratica che passa attraverso l'utilizzo dello strumento di incentivazione come una necessità per le aziende, che con mirati incontri fidelizzano i loro dipendenti, migliorano le loro prestazioni e promuovono il loro successo. SITE è tra i promotori del progetto #ITALIALIVE e si fa portavoce del grande momento di crisi economico e sociale che il settore sta attraversando. Tre i punti fondamentali richiesti dalla video campagna sulla rete: una data per ripartire, un sostegno economico ed una giusta comunicazione, affinché si possa recuperare almeno l'ultima parte dell'anno 2020. Il settore degli eventi è in crisi e non per propria scelta, ed è per questo che le difficoltà vanno riconosciute e non ignorate.

Articolo di Roberta Savona

© Riproduzione riservata