QUEI MASCHERATI DELLA RISERVA ANIME MISTE

QUEI MASCHERATI DELLA RISERVA ANIME MISTE

I musicisti e organizzatori Roberto Candela e Gioia Biasini hanno chiamato a raccolta i loro amici nello splendido scenario del giardino dell’Hotel Quirinale per un evento di divertimento nel pieno rispetto delle normative vigenti anti covid

stampa articolo Scarica pdf

Organizzare oggi un evento, sia pure con un numero limitato di persone, non è un’impresa facile soprattutto per fare rispettare ai partecipanti i giusti limiti che possano garantire la sicurezza di tutti in un periodo in cui ogni forma di cautela non è mai abbastanza. Tuttavia, quando a prevalere è il buonsenso, anche il divertimento aggregativo può avere ancora un suo spazio favorendo delle piccole parentesi che, in piena sicurezza, possono donare l’illusione di vivere ancora una sana normalità. Proprio come è successo per la festa organizzata da Ram, ovvero la Riserva Anime Miste che già da un po' crea eventi nella Capitale capaci di riunire un pubblico fatto di tutti amici e conoscenti a cui poco interessano orientamenti e distinzioni. Ecco che allora la condivisione rimane il puro divertimento avendo come unica condizione solo ed esclusivamente il rispetto reciproco.

Considerata la necessità di adottare una struttura all’aperto, è stato scelto un luogo d’eccezione come il giardino privato dell’Hotel Quirinale, splendido albergo a 4 stelle situato proprio nel cuore della Città Eterna, tra Piazza della Repubblica, Piazza Venezia e la Fontana di Trevi. E certo già dall’ingresso il pubblico si è trovato di fronte a un bel colpo d’occhio con i tavoli sistemati ad arte fra vegetazione, statue classiche e un bar allestito al centro della struttura pronto a servire ottimi cocktail. Una volta esaurite le operazioni sicurezza con controllo temperatura e compilazione dati personali, i presenti hanno potuto immergersi in un’atmosfera rarefatta dove, in considerazione anche della struttura, tutti si sono concentrati su un look che abbinava eleganza a qualche stravaganza. Ricercatezza anche nella mascherina che da elemento salvavita si è trasformato in un accessorio moda che andava dal maculato fino ad applicazioni di pailletes.

Protagonisti come sempre sono stati gli organizzatori Roberto Candela e Gioia Biasini coadiuvati da Edoardo Rossi attentissimi, durante tutta la serata, al benessere degli ospiti anche raccomandando sempre l’uso della mascherina. E proprio loro, dopo l’apericena con primi piatti, secondi, contorni e dolci, hanno dato vita allo spettacolo vero e proprio con la consueta esibizione live fatta di successi italiani e internazionali. Così le sinuose voci di Gioia e Roberto, ottimo musicista anche di sax, hanno potuto innescare quella miccia di allegria capace da subito di coinvolgere tutti i presenti.

Molto originale anche l’idea di invitare alla serata un’ospite d’eccezione come Cenerentola interpretata con garbo e un certo umorismo da Edoardo Rossi che, come da tradizione ha dovuto lasciare la serata allo scoccare della mezzanotte. Ma lo stesso è ritornato poi nelle vesti del Principe Azzurro che ha iscenato un simpatico siparietto con le presenze femminili della festa facendo provare loro la famosa scarpetta persa che però misurava un 44 abbondante. Fra i presenti alla serata avvistato anche un divertito Amedeo Goria oltre ai consueti habitué degli eventi Ram come Giampietro Labanca, Sara Amici, Salvatore Ascione, Walter Massimi, Alessandro Cenname, Paola Pieroni, MariaPia Dejori, Annibale Petza, immortalati, così come tutti gli altri ospiti, dal bravo fotografo Maurizio Sacco eletto a pieno titolo paparazzo della “Dolce Vita” firmata Riserva Anime Miste.

Come ha sottolineato Robero Candela sulla sua bacheca Facebook “Quando ci rivedremo? Chissà! Ma il ricordo di queste serate manterrà vivo il desiderio di rivederci tutti...e speriamo presto! Grazie di cuore per tutta l'energia che ci regalate!”

                                                                                      Rosario Schibeci 

© Riproduzione riservata