Alessandro Parrello è Nikola Tesla, L'uomo Che Viene Dal Futuro

Alessandro Parrello è Nikola Tesla, L'uomo Che Viene Dal Futuro

"Nikola Tesla - The Man From Future", il cortometraggio dedicato al genio della corrente alternata, presentato nella rassegna "Alice nella Città"

stampa articolo Scarica pdf

Sarà proiettato nel pomeriggio di sabato 21 ottobre alle ore 16.00, presso La Nuvola all'Eur, il cortometraggio "Nikola Tesla - The Man From Future", ultimo lavoro di Alessandro Parrello, che sarà presentato a Roma nell'ambito della rassegna cinematografica "Alice nella Città". Un breve viaggio che porta il fruitore all'interno della vita di un grande scienziato ancora poco noto al grande pubblico. E' la storia di Nikola Tesla e del suo lavoro svolto in ambito tecnico-scientifico, a cavallo tra l'800 e il '900, quando il ricercatore svolse importanti studi nel campo dell'elettromagnetismo, fornendo un fondamentale contributo alla nascita e sviluppo del sistema elettrico a corrente alternata, una scoperta che avrebbe posto le basi della seconda rivoluzione industriale. Un'opera girata tra l'Italia e New York, una prima pietra che Parrello posa su un sentiero dalla lunga prospettiva, che porterà l'attore e regista alla realizzazione di una serie, un progetto a più riprese dedicata a "l'uomo che inventò il XX secolo".

Siamo a New York, è il 16 maggio 1888 e il visionario inventore serbo-croato sta per presentare un innovativo motore asincrono a corrente alternata. Prima della dimostrazione, il ricco uomo d'affari George Westinghouse lo incontra privatamente per convincerlo a vendergli il suo brevetto e mettersi in affari con lui. Tesla declina l’offerta milionaria, ma durante la dimostrazione accade qualcosa che cambierà il mondo per sempre. Tesla è solo un giovane scienziato o un visionario venuto dal futuro? "Nikola Tesla - The Man from the Future" è un progetto internazionale multipiattaforma, girato in lingua inglese, che prevede la versione cinematografica tradizionale e una versione VR 3D, realtà virtuale creata con un metodo di ripresa in soggettiva 3D a 10 camere, costruito dallo stesso regista Alessandro Parrello, che permette di catapultarsi dentro la storia e dentro il corpo dell'inventore, dando vita ad un effetto sorprendente.Tutti gli effetti in scena sono stati realizzati usando una vera bobina di Tesla portata sul set per ricreare la stessa magia dello scienziato attraverso il suo campo magnetico. Inoltre, parte delle riprese del film si sono svolte presso l’antico ristorante Delmonico’s, dove Tesla andava spesso a cena e proprio nel posto dove lui sedeva.

Il cast internazionale vede Alessandro Parrello oltre che come regista e sceneggiatore, anche nei panni di Tesla, affiancato da Sean Buchanan nel personaggio di Thomas Alva Edison, Ross McCall che interpreta George Westinghouse e Federico Ielapi, il “Pinocchio” di Matteo Garrone, nelle vesti di Tesla da bambino. Il cortometraggio è prodotto da West 46th Films, in coproduzione inglese con Casting The Bridge LTD, ed è realizzato con il sostegno di Nuovo Imaie e Latina Film Commission. Dopo la premiere in occasione della Festa del Cinema di Roma, il corto andrà in onda su Rai play e Rai Cinema Channel, oltre che nella versione cinematografica anche nella versione VR 3D.

Articolo di Raberta Savona 

© Riproduzione riservata