AVVOCATI IN FESTA CON RAM

Serata di gala al “704” di Via del Mare per la “Juris Cup” con protagonista il Foro Romano e tutti gli amici della Riserva Anime Miste.

stampa articolo Scarica pdf

E’ ritornata più grande che mai la “Iuris Cup” ovvero l’evento annuale degli avvocati di Roma, che nel tempo libero lasciano le toghe per riunirsi in una competizione velica capace, ogni volta, di farsi sempre più avvincente e competitiva. Patrocinata dal Consiglio Nazionale degli Avvocati di Roma da oltre 16 edizioni, la “Juris Cup” nata su impulso degli avvocati velisti Valentina Ricciotti e Clemente Frascari Diotallevi, è caratterizzata da eventi che durando tutto l’anno per una voglia di unione e di stare insieme oltre l’ambiente di lavoro. E per finire le celebrazioni della “Juris Cup” in bellezza questa volta 52 legali onorati anche dalla presenza del consigliere avvocato Maria Agnino, hanno scelto un’occasione davvero speciale partecipando alla festa organizzata da Riserva Anime Miste al “704” di via del Mare con tanta bella gente riunita intorno alla piscina per una raffinata cena e un elettrizzante dopo cena a base di musica live. Come dichiarato dalla stessa Ricciotti le serate Ram regalano la libertà di essere se stessi senza freni consentendo di liberarsi dallo stress del quotidiano peggiorato dal brutto periodo appena trascorso. A farle eco Emilia Sanfelice che ha considerato la serata come il modo migliore per festeggiare la juris cup anche perché il numeroso gruppo di avvocati si è integrato molto facilmente con gli altri ospiti presenti condividendo la stessa voglia di divertimento.

Infondo, come ha riferito l’artista e organizzatrice Gioia Biasini, “Ad Anime Miste si trova prima di tutto un bel clima familiare dove sembra che ci si conosca da sempre grazie a un clima gioviale, all’ottima accoglienza, al buon cibo e a una scelta musicale che abbraccia tutti i repertori per cui è difficile non accontentare i gusti di tutti”. Non a caso, presente fra il pubblico c’è stato anche il maestro di musica Antonio Vita che ha definito la selezione come la piacevolissima offerta di brani commerciali e pop degli ultimi trent’anni. Una musica con carattere libero e a tratti euforico degna sempre di essere ricordata. Infatti, come riuscire a non canticchiare brani che hanno spopolato a fine millennio da Sabrina Salerno a Ambra Angiolini da Cher alle Spice Girls e ovviamente un tributo alla Raffa nazionale icona poliedrica dei nostri tempi che ha scaldato ancora di più le anime miste della serata.

Ancora un ottimo successo per l’organizzatore Roberto Candela che con la preziosa collaborazione di Walter Massimi e Marco Casale, le coreografie di Arianna Bonarrigo, il fotografo Maurizio Sacco ha dato vita a una festa che ha saputo trasformarsi in evento come testimoniato dai commenti di alcuni invitati che hanno voluto dire la loro sulle serate Ram. Per Luigi Panetta uno degli ingredienti vincenti della festa Ram è stata la presenza di gente stupenda, oltre alla scelta della bellissima location con la piscina e la selezione dedicata alla Carrà. Particolarmente entusiasta l’architetto Marco Borrazzo che da neofita delle feste Ram ha apprezzato soprattutto la spensieratezza e la voglia di divertirsi spontanea che può trascinare chiunque a prescindere dalle sue preferenze sessuali. Una serata che può rappresentare l’esempio più eclatante di una rinascita che prevede nuove forme di intrattenimento più attente a godere dei piaceri della vita nel pieno rispetto degli altri. Ivano D’Angelo ama partecipare alle serate Ram per lo staff sempre all’altezza di ogni situazione mentre per l’elegantissima Stephany la cosa più bella è la gioia, la libertà e la condivisione di chiacchiere, risate, sensazioni con persone che non si conoscono e che possono poi facilmente diventare amici. A Stefano Melani piace in particolar modo l’acronimo “Riserva anime miste” come la possibilità di mettere insieme tanta gente senza barriere per un’atmosfera vera che permette di divertirsi in piena spontaneità. Per Andrea Migneco una festa Ram è sempre sinonimo di qualità e non delude mai, mentre Paolo Lipartiti ama la formula di divertimento completa che comprende l’ottima cena, il servizio bar, la buona musica e, soprattutto, una grande “ammuina” che trascina tutti in un trionfo di allegria. Prossimo appuntamento per la festa RAM al "704" di via del Mare il 31 luglio sempre con la degna ospitalità di chi lo gestisce con classe e professionalità.

                                                              Rosario Schibeci

© Riproduzione riservata