A San Valentino 22 Il Vilòn Roma Diventa Vilòve

A San Valentino 22 Il Vilòn Roma Diventa Vilòve

Lungo via dell'Arancio, defilata, silenziosa, un piccolo lampione dalla luce sommessa sul muro di cinta dell'ala est di Palazzo Borghese

stampa articolo Scarica pdf

A me Roma piace moltissimo, è una specie di giungla, tiepida, tranquilla, dove ci si può nascondere bene. Una Roma un po' nascondiglio nelle parole di Marcello Mastroianni ne La Dolce Vita.E come in un gioco ad incastri proprio nel cuore di Roma c'è un posto per nascondersi proprio a tutti, e da tutti, e regalarsi una pausa di felicità. Il posto del cuore un po' segreto, un nido charmant.

Lungo via dell'Arancio, defilata, silenziosa, un piccolo lampione dalla luce sommessa sul muro di cinta dell'ala est di Palazzo Borghese segna l'ingresso del VILÒN Roma, Small Luxury Hotels of the World.Superata la soglia la sensazione di sorpresa è immediata: uno spazio diverso, quel feeling vibrante, pieno di dettagli eleganti eppure informale, la musica che ti porta lontano, quello charme sussurrato, le luci calde e discrete. Fantastico per scappare da occhi indiscreti per due innamorati, magari anche per una STAYcation (Pacchetto con cena e soggiorno Vilòve You).

E tra banani e kenzie, ficus e gelsomino, si apre una piccola giungla di verde e calore in quel giardino d'inverno anche lui clandestino. E' un piacere stare seduti fuori intorno al fuoco che riscalda l'ambiente e gli regala un'atmosfera ancora più avvolgente.Perfetto per un cocktail a inizio serata per poi continuare a sentirsi ospiti coccolati spostandosi a tavola nella sala del Ristorante ADELAIDE dove l'incontro dei sapori di Roma e Procida regala una cucina gioiosa e intrigante e il MENU Vilòve giocando con i nomi dei piatti (dal Cuore Tenero del Guerriero a Affumichi... Amo o Cotto di Tè) aggiunge emozioni e sorrisi ad una serata che torna tutti gli anni ma ogni volta è come fosse la prima.

E se proprio si desidera dimenticare il mondo fuori di qui, non avere intorno tavoli con altre coppie che si promettono amore eterno, e avere la sensazione di cenare in un ristorante solo per due, c'è la sala della piccola quadreria che dà sul patio. Un divano e un tavolo soltanto, circondati da quadri alle pareti arancio e un'atmosfera ancora più ovattata. Non c'è bisogno di aggiungerlo, ma chissà che qualcuno fuori sul muro non scriva come Prevert i ragazzi che si amano non ci sono per nessuno.

© Riproduzione riservata