Il Festival Delle Espressioni Artistiche 2024 Parte Dalle Scuderie Aldobrandini Di Frascati

Il Festival Delle Espressioni Artistiche 2024 Parte Dalle Scuderie Aldobrandini Di Frascati

Il Festival delle Espressioni Artistiche targato ODEA, ha presentato la sua quarta edizione alla stampa e alle maestranze, scegliendo la suggestiva location delle Scuderie Aldobrandini alle porte di Roma

stampa articolo Scarica pdf

Una lunga fila a Frascati da piazza Marconi, intessuta di ospiti della sala stampa, artisti, personalità istituzionali e finanche curiosi, ha condotto la sera del 16 gennaio, sino all’ingresso della maestosa sala museale delle Scuderie Aldobrandini, suggestiva location scelta per presentare il programma della quarta edizione del “Festival delle Espressioni” voluto da ODEA (Officina delle Espressioni Artistiche).

Melodiose, raffinate e al tempo stesso prorompenti, le note del violino suonato dalla musicista Ginevra Morsilli, che ha accompagnato le prime performance danzanti, tra i cristalli delle teche e i reperti secolari della mostra, godibile fino al 28 gennaio nell’open space polifunzionale.

Durante le esibizioni di apertura, ha brillato tra le scene il fiore all’occhiello delle Scuderie Aldobrandini, la statua di una menade, dalla mirabile manifattura, databile tra la metà del I secolo a. C. e la metà del I sec. d. C., legata all’enigma di Tusculum e di cui l’Ansa annunciò lo scorso anno il ritrovamento.

La serata è proseguita all’interno di un’altra ala del museo con una degustazione a base di prodotti tipici del territorio, cena accompagnata da una fusion di arti susseguitesi tra loro fino alle prime ore del mattino.

Tra gli artisti esibitisi la danzatrice Arianna Verolini, la drag queen Helastic, la pittrice Juanni Wang e il performer Luke Petronilli.

Nel parterre presenti anche i consiglieri comunali Paola Gizzi, Michele Arganini e il giornalista Fabio Polli.

Questa nuova edizione del Festival iniziata il 16 Gennaio proseguirà fino al 28, impiegando 72 artisti e una poliedrica “scaletta” che distribuirà lungo le due settimane, numerosi show: una fusion di concerti, spettacoli danzanti, masterclass dedicate, proiezioni e la presentazione di nuove pubblicazioni nel panorama editoriale.

Davide Coni direttore artistico di ODEA, per l’occasione ha annunciato l’inserimento dei “Premi Musa” dedicati alle arti e un premio per la stampa.

Salomè da Silva

© Riproduzione riservata