“Sinceramente” Sarà L’inno Del Roma Pride 2024

“Sinceramente” Sarà L’inno Del Roma Pride 2024

La cantante Annalisa madrina del 30° Anniversario e protagonista della parata del prossimo 15 giugno

stampa articolo Scarica pdf

Se già lo scorso anno il Roma Pride con le splendide madrine Paola e Chiara, fu un’edizione da record per numeri e iniziative, per il 2024 già promette di essere inarrestabile. Eh già perché per il traguardo del trentesimo anniversario si è scelta quello che può definirsi il personaggio musicale dell’anno riconosciuto anche dalle platee internazionali. Infatti, ad essere presente alla grande parata del 15 giugno ci sarà Annalisa attualmente in giro con il suo “Tutti nel vortice tour” che   continua a collezionare sold out nelle maggiori città italiane compresa la Capitale.

Annalisa Scarrone con il suo brano sanremese “Sinceramente” ha conquistato il doppio platino, mentre con il successo estivo “Mon amour” è arrivata ad essere cinque volte platino. Ma, di certo, per lei una delle più grandi soddisfazioni è stata quella di ricevere a Los Angeles il “Global Force” all’evento “Billboard Women in Music 2024” premio dato per la prima volta ad un’artista italiana.

Scegliere la cantante ligure come madrina del Roma Pride 2024 è stata sicuramente una scelta appropriata per la dote del personaggio di essere una donna libera capace di una grande empatia nel conquistare ogni tipo di pubblico  anche grazie ai testi delle sue canzoni che possono essere un inno a seguire ognuno le proprie aspirazioni.

Non a caso Annalisa ha dichiarato “Sono onorata di poter dare il mio contributo in questa giornata così importante. Celebrare insieme i 30 anni del Roma Pride sarà speciale e soprattutto un’occasione unica per attirare l’attenzione ancora una volta sui diritti della comunità Lgbtqia+ e di tutti. Sarà una grande festa in onore della libertà di essere, concetto per me centrale nelle canzoni e nella vita, per una società che possa dirsi civile. Quindi grazie immensamente per questo invito che mi emoziona e riempie di orgoglio come poche cose al mondo”.

“Siamo certe e certi – ha affermato Mario Colamarino, portavoce del Roma Pride – che l’ apporto e l’ impegno civile per la parità dei diritti di Annalisa diano un importante valore aggiunto alla manifestazione contribuendo a far passare il messaggio che un paese civile e democratico non può più tollerare discriminazioni e negazioni e deve procedere sulla strada della piena uguaglianza e libertà per tutte e tutti”.

                                                        Rosario Schibeci   

© Riproduzione riservata