Al Via Videocittà 2024

Il festival della visione e della cultura digitale. Project leader di CO-VISION, finanziato dalla Commissione Europea per il triennio 24-26 VII edizione 5-6-7 LUGLIO Complesso Eni del Gazometro Ostiense| ROMA

stampa articolo Scarica pdf

Dal 5 al 7 luglio a Roma la settima edizione di Videocittà, il festival ideato da Francesco Rutelli, con la direzione creativa di Francesco Dobrovich, che indaga i più innovativi codici dell’audiovisivo e del digitale.

 

Installazioni maestose, videoarte, esperienze immersive, live e dj set, talk, AV experience e tanto altro accenderanno, anche quest’anno, la più grande area di archeologia industriale d’Europa, il Gazometro di Roma.

 

Con Eni Main Partner, con il riconoscimento della Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del Ministero della cultura, con il supporto di Regione LazioComune di Roma, e in collaborazione con ANICA, tre giorni di contaminazioni per aggiungere, nella stagione 2024, un tassello alla quadrilogia che si completerà nel 2025 sul tema della Transizione, digitale ed ecologica. Una riflessione sulla connessione tra uomo e natura e sul dialogo concreto tra il pensiero ambientalista e le nuove tecnologie come strada imprescindibile per costruire un mondo nuovo dove coesistano il digitale, l’inclusione e la sostenibilità. Dopo l’elemento lunare (2022) e quello della Terra (2023), il 2024 ha come tema la Galassia.

 

Eni si conferma per la settima volta consecutiva Main Partner di Videocittà aprendo nuovamente le porte del proprio Complesso del Gazometro Ostiense al Festival della Visione e della cultura digitale. Le ragioni della collaborazione si fondano sulla condivisione dei temi e dei valori proposti che, ogni anno, rappresentano elementi di connessione rilevanti con quella che è la strategia dell’azienda. All’interno della location di Ostiense, sede del Distretto di innovazione tecnologica ROAD e sede di Joule - la Scuola di Impresa di Eni, i temi cardine della centralità dell’essere umano, dell’innovazione e della cultura vivono in maniera diversa ma integrata e complementare, come diverse e integrate sono le energie di Eni, che diventano - nel Festival - fil rouge di un racconto congiunto con Videocittà.

 

Il programma di venerdì 5 luglio comincia alle 19.00 (apertura porte alle 18.30).

 

Si parte alle ore 19.00 con la prima nazionale di ODE corporis, progetto VR del Teatro dell’Opera di Roma, per la sezione di Videocittà dedicata a esperienze immersive e VR, curata da Anna Lea Antolini. Ideata e curata dalla stessa Anna Lea Antolini con Giuliano Danieli per la regia di Guido Geminiani e prodotto dal Teatro dell’ Opera di Roma in collaborazione con VideocittàODE corporis è un viaggio attraverso il corpo, negli spazi noti e meno noti, accessibili e inaccessibili del Teatro Costanzi e del suo laboratorio scenografico, i Cerchi. Fino a mezzanotte il progetto si potrà vedere in modalità diffusa grazie ai visori dislocati nelle aree test dove il pubblico potrà provare dei viaggi virtuali. Altro fiore all’occhiello della sezione VR, dalle 19.00 all’1.30, è Le Bal de Paris  - Leone d’Oro alla 78 Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia nella sezione “Venice VR Expanded” - esperienza immersiva, partecipativa e interattiva creata dalla straordinaria coreografa andalusa naturalizzata francese Blanca Li,  per scoprire in modo spettacolare la realtà virtuale attraverso la danza e la musica, con uno sguardo alla moda grazie alla collaborazione con Chanel per i costumi degli avatar. In programma, dalle 19 fino alle 2.00, l’installazione Zero Negativo di MOTORE FISICO e gli studenti del NABA.

 

In contemporanea, dalle 19.00 presso la Terrazza G3, al via il programma di Talk, quest’anno incentrato sul tema creators, cultura e intelligenza artificiale. Moderati da Nicolas Ballario - autore e conduttore esperto di arte applicata ai media - il programma del format si muove tra new media e creators digitali e avrà per protagonista, Gianvito Fanelli, fondatore della pagina instagram da 640 mila followers Vita lenta.

 

Dalle 19 alle 21, e poi dall’1.30 alle 2.30, presso l’Opificio 41, al via anche la rassegna dedicata alla Videoarte curata da Damiana Leoni e Rä di Martino. Ad inaugurare è l’installazione interattiva di Sahej Rahal, narratore di Mumbai le cui installazioni, film e performance intrecciano fatti e finzione, leggende locali e fantascienza per creare delle contro-mitologie in divenire.

 

Anche il Giardino si anima dalle 19.00 e vede in scena, fino all’1.30, PEACEFUL PLACES, di e con Margherita Landi e Agnese Lanza, duo la cui poetica si muove tra danza e performance art in un happening che coinvolge direttamente il pubblico in una esperienza VR. Nella stessa venue, dalle 19.00 alle 2.00, per la parte Kids & Family, si rinnova la collaborazione con lo IED in continuità con uno degli obiettivi principali di Videocittà, ossia il coinvolgimento delle nuove generazioni di creativi e creative, artisti e artiste del territorio. Per il festival 2024 un team di studenti dei corsi di Laurea in Media e Sound Design, con la supervisione della vj artist Alice Felloni, creerà un Digital Playground realizzando animazioni in tempo reale "giocabili" da parte del pubblico, alternate a performance live. Gli studenti IED di Design della Comunicazione, coordinati da Carolina Venosi di Rome is more, cureranno invece i contenuti social dell'evento.

 

Alle 19.30 in attesa dell’accensione di Nebula, la maestosa installazione e attrazione regina del festival,  prevista per le ore 22 al Gazometro G4,  Nicolas Ballario e  il direttore creativo di Videocittà Francesco Dobrovich dialogano con Quiet Ensemble, studio creativo di punta nel panorama delle arti visive e new media in Italia, e il 3 volte Premio Oscar e David di Donatello alla Carriera Giorgio Moroder che hanno firmato l’opera. Nebula sarà un’imponente esperienza audiovisiva inaspettata, un intervento luminoso in stretta connessione con le musiche, realizzate appositamente per Videocittà, dal pioniere dell'uso del sintetizzatore, maestro di colonne sonore, Giorgio Moroder, riconosciuto in tutto il mondo come una delle figure più influenti dell’elettronica e della disco music. Il reticolo metallico si trasformerà in una costellazione fittissima che avvolgerà il pubblico completamente da ogni direzione: un’esperienza immersiva unica in cui si diventerà parte di una notte trapuntata di astri con suoni provenienti da galassie lontane. L’installazione è realizzata da Eni, curata da Videocittà con il supporto scientifico dell'INAF e dell'Osservatorio Astronomico di Roma, e con la produzione esecutiva di Eventi Italiani.

 

Alle 21.00 presso la Terrazza G3, l’Unione Editori e Creators Digitali di ANICA, presieduta da Manuela Cacciamani, presenta la serata, moderata dalla giornalista Monica Maggioni, con lo show dei talent e dei creators più apprezzati e seguitiFru e Aurora dei The JackalAurora Ramazzotti Tess Masazza. Milioni di follower idealmente sullo stesso palco per Videocittà come festival del futuribile e quindi delle nuove culture digitali che si stanno formando ed affermando.

Anche il main stage si accende alle 21.00 con il live di Thru Collected e, a seguire, Bluem alle 22.30, Tommy Cash alle 23.30 e Overmono all’1.00. Dopo ogni concerto, il palco principale vedrà protagoniste le installazioni site-specific dall’artista multidisciplinare Miranda Makaroff, da Ibiza, con il suo universo colorato; dall’australiana di base a Los Angeles Smac McCreanor; dal duo eclettico berlinese Siegfried&Joy e da Gianvito Fanelli di Vita Lenta.

 

A partire dalle 21.30, dal 5 luglio e per tutti i giorni del festival, prenderà forma sulla facciata dell’Opificio 36 il videomapping Multiform di Filippo Gualazzi, realizzato in collaborazione con Vincenzo Marcone e ispirato agli elementi della natura. Il progetto curato da Videocittà è prodotto con il supporto del gold partner Ploom, brand di JTI (Japan Tobacco International) che rappresenta la futura generazione di device a tabacco riscaldato, destinati esclusivamente ai consumatori adulti.

 

Dalle 21.00, presso l’Opificio 41, prende vita anche lo spazio dedicato alle AV performance, costola fondamentale che caratterizza l’identità di Videocittà. Si parte con Daniele Spanò e Luca Brinchi con 0.3 m,  Filippo Gregoretti  alle 22 e a seguire, alle 23.30, Riccardo Giovinetto. L’artista visivo e multimediale, compositore, fisico e professore di Fisica Acustica, Elettroacustica e Sound Design in prestigiose istituzioni come il SAE Institute di Milano, che porta per la prima volta a Roma FEMINA, suo primo progetto solista. Per la stessa sezione, ma presso la Terrazza G3, alle 22.30 tocca a RIP e, in chiusura, a mezzanotte Mans O & Joan Sandoval - in partnership con l’Ambasciata di Spagna - in un viaggio attraverso le fasi della creazione di modelli di AI, dalle serie di dati grezzi alla formazione delle immagini.

Il programma dedicato alla Videoarte, così come i live sul main stage e l’installazione principale, e il videomapping all’Opificio 36 sono in programma fino alle 2.00.  

 

Infine, partirà domani mattina Agorà PRO&EXPO il programma professionale di networking per l'apprendimento e lo scambio di idee che offre l’opportunità a professionisti del settore creativo e culturale di entrare in contatto diretto con grandi realtà internazionali, e un’area espositiva con i progetti site-specific dei migliori talenti dell’industria creativa digitale aperta dal 5 al 7 luglio, dalle 19 alle 24 (Edificio G3 del Gazometro, piano terra).

 

Partner del festival sono: per l’ hospitality, l’hotel W Rome, per il merchandising Cosa Vedere a Roma che realizzerà una linea esclusiva di merchandising dedicata a Videocittà e all’iconico Gazometro di Roma. Infine ulteriori collaborazioni di pregio sono con: Institut Francais, l’Ambasciata di Spagna in Italia, Villa Massimo, Accademia di Belle Arti di Roma, SAE Institute di Milano e Archivio Contemporaneo Exhibition.

 

Viene ampliata, infine, l’accessibilità per persone con disabilità e l’offerta dei biglietti con una proposta esclusiva di biglietto full plus e di biglietto full plus + backstage con accesso agli eventi riservati e al backstage. Maggiori info su www.videocitta.com

 

***

 

Con 20.000 presenze solo nella scorsa edizione per 3 serate tutte sold out, in sei anni il festival ha ospitato oltre 400 nomi, tra Premi Oscar, vincitrici e vincitori del Leone d’Oro e d’Argento alla Biennale di Venezia, talenti performer all’avanguardia, posizionandosi come piattaforma futurista di riferimento nel settore e come crocevia dinamico per artisti, visionari, creator, makers e leader digitali, per il pubblico e gli appassionati. Per l’edizione 2024 si sono registrati i sold out dei biglietti early bird e della first release di abbonamenti, di cui quasi la metà venduti a un pubblico nazionale (fuori Roma) e internazionale. Videocittà – Visual. Digital. Culture, è un osservatorio audiovisivo aperto e innovativo capace di scoprire e far conoscere le realtà trasformative delle immagini in movimento e di promuovere l’eccellenza della filiera produttiva e occupazionale dell’audiovisivo. Ideata e fondata da Francesco Rutelli e diretta da Francesco Dobrovich, Videocittà offre uno sguardo visionario che coinvolge un pubblico vasto ed eterogeneo sulle diverse discipline ed espressioni delle immagini in movimento attraverso proiezioni, AV performance, talk formativi e divulgativi, installazioni monumentali e immersive, videomapping e videoarte. Nelle prime sei edizioni ha accolto oltre 400 artisti, tra premi Oscar e talenti nazionali ed internazionali, affermandosi come vetrina in grado di anticipare tendenze e luogo di incontro tra tradizione e innovazione. Dal 2018 rende Roma una città più internazionale, coinvolgendo un pubblico vasto e senza limiti d’età, ad oggi oltre 450.000 presenze, e solo lo scorso anno ha registrato il + 150% nella vendita dei biglietti rispetto al 2022. Negli anni ha attraversato e abitato il territorio urbano nelle sue varie articolazioni: dalle meravigliose piazze storiche della città alle gallerie d’arte, dagli spazi di archeologia industriale ai luoghi più istituzionali. Dal 2024 Videocittà è project leader di Co-Vision, un large-scale project di tre anni a tema sostenibilità, fondato dalla Commissione Europea, che coinvolge 12 partner di 11 paesi diversi.

 

Videocittà è un festival organizzato grazie all’impegno professionale di un team straordinario: Francesco Rutelli (Presidente); Walter Ventura (Amministratore Delegato); Francesca Medolago Albani (Consigliere di Amministrazione); Francesco Dobrovich (Direttore Creativo); Fabio Iorfida (Direttore Amministrativo); Giulia Funari (Organizzazione Generale); Vincenzo Donnamaria (Consulente Strategico); Manuela Cacciamani (Consulente Strategico per Anica); Elena Giacomin (Relazioni Istituzionali); Lucia Leoni (Segreteria di Presidenza); Guido Pietro Airoldi (International Development and Partnerships); Michele Lotti (Curatore); Anna Lea Antolini (Curatrice); Damiana Leoni (Curatrice Videoarte); Rä di Martino (Curatrice Videoarte); Nina Stricker (Agorà Expo); Cristina Spinelli (Head of Marketing); Elena Seno (Communication Manager); Rossella Mercurio (Project & Location Manager); Arch. Filippo Mattia Dobrovich (Design Manager); Daniele Davino (Direzione Tecnica); Arch. Antonia Caramanica (Progettazione Tecnico-amministrativa); Francesca Sulis (Hospitality); Maria Sarracino (Legal); Erica Bellucci, Marine Leriche, Federico Serafini, Iris Gentili, Enrico Cattelan (Servizi di Comunicazione di Visioni Parallele).

BIGLIETTERIA

Videocittà Anche quest’anno rinnova la partnership con DICE, piattaforma di ticketing e discovery mobile-only, mettendo a disposizione esperienze personalizzabili per famiglie, gruppi e agevolazioni per  disabili.

 

Link e QR Code Biglietteria

https://link.dice.fm/videocitta2024 

 

Ingresso: Via del Commercio 9/11 – Roma

 

Apertura porte e biglietteria per il pubblico dalle ore 18.30

 

Per Agorà PRO il programma professionale di Videocittà apertura porte ore 10:00 e chiusura alle ore 18:00.

 

 Enjoy e Lime sono mobility partner del festival, Videocittà ti invita a raggiungere la location con largo anticipo a piedi o con mobilità sostenibile.

 

 

 

Link utili

 

https://www.videocitta.com/

instagram.com/videocitta

 

facebook.com/videocittafestival

 

linkedin.com/company/videocitta/

 

tiktok.com/@videocitta 

 

© Riproduzione riservata