Giulia Gensini

Interazioni la recensione di Unfoldingroma della mostra fotografica tenutasi alla sala Umberto

stampa articolo Scarica pdf

Fino al 7 giugno in esposizione al primo piano del Teatro Sala Umberto, Giulia Gensini propone al pubblico di Fabrique du Cinema le sue Interazioni. Unfolding Roma ha davanti a sé una artista che capitalizza l’esperienza da grafica pubblicitaria su tele composite.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Il collàge non rimane una sterile tecnica di assemblamento ma il suo trampolino di lancio per una sperimentazione che l’ha portata di recente ad avvicinarsi all’incisione su cartoncino. Nelle sue composizioni interagiscono ritagli di giornale con titoli evocativi di pensieri. Giulia esprime ciò che sente ma chiarisce a noi di Unfolding che non vuole necessariamente generare nel soggetto che osserva l’obbligatorietà di un significato. Una precedente esperienza espositiva l’ha portata in Montenegro, ma è a Roma che trova il fondamento della sua vena “combinatoria”.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Attenzione alla donna e all’essere donna dei nostri giorni, forse la cornice evocativa di alcuni quadri, qualcosa certamente di molto più che un mix di materiali uniti da un intento personale. Consigliata per chi voglia godere di una visuale apparentemente confusa ma senza l’impegno di dover interagire, studiandone i retroscena, con l’opera. Eppure si direbbero Interazioni, affascinanti quanto misteriose. Consigliata.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

Ilaria Battaglia

© Riproduzione riservata