POISON - IL POTERE DEL VELENO

14 marzo - 1 luglio 2018 NAPOLI – PALAZZO FONDI

stampa articolo Scarica pdf

Nei circa 1000 mq di esposizione,  da mercoledì 14 marzo a domenica 1 luglio 2018, viene presentata per la prima volta in Italia la celebre mostra naturalistica dedicata ad uno degli aspetti più affascinanti e temuti della natura: il veleno.

A cura del Prof Enzo Moretto - entomologo, direttore del Museo Esapolis di Padova e consulente scientifico di GEO & GEO (Rai) – questa mostra internazionale declina in maniera viva, semplice, accessibile e interattiva la materia scientifica aprendo all’uso fatto dall’uomo delle sostanze velenose.

Prodotta da Exhibition Hub e promossa dall’associazione culturale Medea Art con il patrocinio del Comune di Napoli, “POISON – IL POTERE DEL VELENO” si può visitare tutti i giorni nelle sale di Palazzo Fondi (via Medina, 24 - Napoli) dalle ore 10 alle 19 (la biglietteria chiude alle 18). Per informazioni: www.poison-napoli.it.

Il veleno, la più potente arma che la natura ha distribuito nelle forme più affascinanti, è il grande protagonista di una silenziosa lotta di sopravvivenza per molte specie di esseri viventi. I visitatori avranno la possibilità di vedere con i propri occhi cos’è e dove si nasconde nelle sue mille forme, vivendo una esperienza scienti ca che regala emozioni irripetibili. Entrando eccezionalmente a contatto (e senza rischi) con uno dei più formidabili e fantasiosi segreti della natura.

Grazie all’assistenza di un biologo che interagisce con i visitatori lungo il percorso espositivo, verranno svelati gli aspetti scienti ci legati alle sostanze comunemente chiamate veleno e l’uso, importantissimo, che l’uomo ha imparato a farne, tra antidoti, vaccini e persino importanti medicinali.

Il visitatore potrà ammirare da vicino magni ci e particolarissimi esemplari di vegetali e di animali come il temutissimo Ragno Violino del Cile, la Vedova Nera, la Migale rosa sudamericana; la famosa Rana giallo-oro della foresta del Chocó (la Phyllobates Terribilis), apprendere i segreti della Eyelash Viper, una vipera con le ciglia, del centro e sud Amerca; il Gila Monster, lucertola che può arrivare no a 60 cm, nativa del Messico e di alcune zone degli Stati Uniti e molte altre curiosità e declinazioni del veleno sul pianeta.

La mostra, inoltre, ricostruisce episodi e avvenimenti storici legati all’uso delle sostanze velenose per mano dell’uomo, che a ondano le radici sin dall’antichità. Da Socrate all’imperatore Claudio, alle vicende di Cleopatra, per arrivare più tardi ai complotti rinascimentali di cui Lucrezia Borgia è stata una famosa protagonista. Fino alla storia più recente, tra intrighi internazionali e lotte di potere a vari livelli, la contrapposizione dei blocchi est-ovest, lo spionaggio e la cospirazione politica.

POISON - IL POTERE DEL VELENO è una occasione unica da vivere in famiglia o con la scuola. Una mostra dal forte contenuto educativo che si arricchisce di strumenti interattivi che danno la possibilità ai visitatori di interagire e di mettersi direttamente alla prova, tra stupore, paura, curiosità e meraviglia, comprendendo quanto sa essere grande il potere della natura.

POISON - IL POTERE DEL VELENO

14 marzo - 1 luglio 2018

NAPOLI – PALAZZO FONDI

La mostra sarà aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00 (la biglietteria chiude alle ore 18.00). Tutte le altre info su www.poison-napoli.it

Il costo dei biglietti:

Adulti € 12,00

Riduzioni (studenti, over65, bambini 3-12) € 10,00 Gruppi € 8,00

Scuole € 6,00

Per i gruppi e le scuole prenotazione obbligatoria + € 1,00

Per avere informazioni su gruppi organizzati e scuole:

Tosc

email: gruppiescuole@tosc.it

telefono: 081 18658167

orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00, sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00

Medea Art

email : info@medeart.eu

telefono : 081 18531231

mobile : 340 4778572 – 345 1513951

orari: dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00, sabato dalle ore 9.00 alle ore 13.00

I biglietti sono in vendita attraverso il circuito TicketOne e nei principali punti vendita regionali.

© Riproduzione riservata