Antonello Costa, I 1000 Volti Della Risata

Antonello Costa, I 1000 Volti Della Risata

Un’esplosione di buonumore è salita sul palco del Teatro Festival delle Terrazze dell’Eur, lo scorso 2 agosto con lo showman Antonello Costa

154
stampa articolo Scarica pdf

  Un’esplosione di buonumore è salita sul palco del Teatro Festival delle Terrazze dell’Eur, lo scorso 2 agosto. Si tratta dello showman Antonello Costa che, nonostante le condizioni metereologiche sfavorevoli, è riuscito a radunare un gran numero di persone sul tetto del Palazzo dei Congressi, convertendo una piovosa serata in un successo.

In “E’ meglio che faccia da solo”, l’artista siciliano ha sfoderato, uno dopo l’altro, alcuni dei suoi personaggi più amati, tra cui il boss mafioso Don Antonino, il cantante capitolino Kevin Lungotevere, la macchietta napoletana Fatte pittà, l’amante degli anni ’70 Tony Fasano e il lookmaker Rocco. Un susseguirsi di battute e balletti, accostati a momenti romantici e teneri come l’accorato omaggio a Totò e Michael Jackson, nei quali Costa si è cimentato con grande abilità. Ma la vera forza dello spettacolo è stata la capacità di Antonello Costa di mantenere sempre un contatto con il pubblico, coinvolgendolo in sketch e affidandosi alle reazioni delle persone in sala per la riuscita di alcune battute, come è accaduto con il Karacosello. Un rischio che non tutti gli artisti sarebbero stati pronti a correre e da cui è emersa l’esperienza e la professionalità di Costa che ha concluso lo show con l’amato Kitmancula.

Prima di concludere lo spettacolo e scendere in platea per passare un po’ di tempo con i fan, Costa ha annunciato alcuni nuovi progetti che lo vedranno protagonista. “La mia carriera – ha spiegato – mi porta ora a confrontarmi con due palcoscenici impegnativi. Il primo è quello del teatro Le Musichall di Torino, il cui direttore artistico è Arturo Brachetti e il secondo è quello del teatro Olimpico di Roma. Dal 30 aprile al 10 maggio porterò in scena Gran Casinò, progetto al quale io e gli autori (tra cui Gianfranco Fino, presente alla serata), stiamo già lavorando con entusiasmo”. L’artista ha inoltre offerto una piccola anticipazione, svelando che nella sua galleria di personaggi è stato inserito un nuovo pezzo, un cuoco gay vegano con un assistente etero che proprio non gli garba. “E’ un personaggio che ha visto la luce recentemente – racconta Costa raggiante – e non vedo l’ora di farvelo conoscere!”.

Sul palco, insieme a Costa, a colorare la serata le ballerine Sara Salvatore e Fabiola Zossolo, al loro debutto e la sorella di Antonello, Annalisa Costa, che si è confrontata con danze e canzoni e che sarà al suo fianco anche in Gran Casinò.

© Riproduzione riservata