Il Cabarock Di Bagnato E Faraco Alle Terrazze

Il Cabarock Di Bagnato E Faraco Alle Terrazze

Il gran finale del teatro Festival delle Terrazza del Palazzo dei Congressi è stato affidato ad un insolito ed inedito duo composto da Massimo Bagnato e Carmine Faraco. Con Cabarock i due hanno degnamente concluso la kermesse comica dell’estate romana.

178
stampa articolo Scarica pdf

 Il gran finale del teatro Festival delle Terrazza del Palazzo dei Congressi è stato affidato ad un insolito ed inedito duo composto da Massimo Bagnato e Carmine Faraco. Con Cabarock i due hanno degnamente concluso la kermesse comica dell’estate romana.

La serata, che si è aperta all’insegna dei problemi tecnici, il tutto abilmente aggirato dai due comici con battute e capacità di improvvisazione, ha visto Massimo Bagnato e Carmine Faraco dare vita ai loro cavalli di battaglia e divertire il numeroso pubblico presente sulla nota terrazza dell’Eur. Inizialmente i due si sono divertiti ad inscenare un piccolo sketch insieme, poi Bagnato si è impossessato del palco coinvolgendo il pubblico in sondaggi improbabili e snocciolando una domanda impossibile dopo l’altra. Il comico ha spesso lasciato il palco dell’Eur per scendere tra il pubblico e coinvolgerlo nei suoi numeri. Il tutto aiutato dai collaboratori Riccardo Romero, Maurizio Rosi ed Ottavio Monti.

In questa ultima serata non sono mancate le sorprese e al termine dell’intervallo è salito sul palco il magi-comico Raffaello Corti, rivelazione dell’ultima stagione di Colorado. Il giovane artista ha stupito tutti con un divertente numero di magia con le carte, raccogliendo un meritato applauso. La seconda parte dello show ha visto protagonista Carmine Faraco e le sue attente riflessioni sulla musica a partire degli anni 70. Ad accompagnare il comico nessun collaboratore, ma un pianoforte al quale ha dato mostra delle sue doti. La chiusura è stata affidata ad una riflessione nata dal noto caso di cronaca della nave Sea Watch e relativa alla commovente reazione della gente di Napoli, città d’origine di Faraco, alla richiesta di attracco ed accoglienza.

La kermesse delle Terrazze anche quest’anno è stata un vero e proprio successo che ha raccolto artisti diversi, accomunati dallo stesso intento, strapparci una risata e portarci via, per qualche ora, da quelle che sono le difficoltà di tutti i giorni. Unica nota negativa, che si può però applicare all’intera città e non solo alla realtà delle Terrazze, sono stati i parcheggiatori abusivi, un fastidio e una preoccupazione per gli avventori. E mentre il sipario cala su quello che è uno degli scenari più belli offerti dalla capitale, già si pensa ad una nuova stagione a cui non vediamo l’ora di assistere!

© Riproduzione riservata