Omicidio Diabolik, La Questura Consente I Funerali Al Divino Amore.

Omicidio Diabolik, La Questura Consente I Funerali Al Divino Amore.

Dopo una lunga e faticosa trattativa , la Questura ha concesso la possibilità di svolgere i funerali di Fabrizio Piscitelli, Diabolik, presso il Santuario del Divino Amore, alla periferia sud della Capitale

213
stampa articolo Scarica pdf

Omicidio Diabolik, la questura consente i funerali  al Divino Amore. Dopo una lunga e faticosa  trattativa ,  la Questura  ha concesso  la possibilità di svolgere i funerali  di Fabrizio Piscitelli, Diabolik, presso il Santuario del Divino Amore, alla periferia sud della Capitale. Inizialmente Il questore di Roma, Carmine Esposito, aveva  ordinato  esequie in forma privata  presso  la cappella del Cimitero Flaminio di Prima Porta, giustificando  la decisione con la necessità di  tutelare l’ordine pubblico, temendo  la partecipazione  di  esponenti del mondo ultras, in quanto Piscitelli «era un esponente di rilievo della tifoseria della S.S. Lazio, nonché fondatore del noto gruppo ultras denominato Irriducibili» In realtà è proprio tale decisione, ad aver invece messo in subbuglio  tutte le tifoserie, creando forte malcontento. L’ordine pubblico che tanto si stava cercando di tutelare, mai come in quel momento era a forte rischio. Sono  stati  molteplici  gli  appelli  lanciati  dalla famiglia alle autorità competenti ; “Fabrizio merita un funerale pubblico, un funerale degno, e ci batteremo fino all’ultimo per poterlo celebrare” “La Costituzione è molto chiara, mi sarei aspettata dal Questore  un atteggiamento diverso: non un divieto ma eventualmente la certezza del controllo sull’ordine pubblico, fermo restando che chi amava Fabrizio, ovvero la curva Nord dell’Olimpico e le altre tifoserie europee che vogliono salutarlo, non faranno nulla per creare problemi. Quest’ordinanza non è altro se non una provocazione” queste le parole  della sorella Angela in una lettera inviata al Presidente della Repubblica. Ed è a questo punto che si è riaperto il dialogo tra questura  e la famiglia di  Fabrizio. Una nuova convocazione  e finalmente la fumata bianca. I familiari potranno celebrare il rito funebre di  Fabrizio Piscitelli presso il Santuario del  Divino amore,  luogo  proposto in seconda battuta dalla stessa famiglia,  in quanto lontano dal centro  abitato.  Mercoledì 21 agosto ore 15.00, questa è la data che la famiglia , gli amici, i tifosi stavano aspettando, ma   nella decisione del questore rimane  tuttavia la voglia e la necessità di  mantenere e tutelare l’ordine pubblico, infatti prevede che al rito potranno partecipare massino 100 persone.

Il  buon senso  ha prevalso  continuare questo braccio di ferro, non avrebbe fatto altro  che esasperare gli  animi .  Resta comunque alto il grado  di  controllo e di attenzione , si temono alleanze tra tifosi. Ipotesi emersa in virtù del fatto che la panchina  dove è stato ucciso “ El Diablo” è diventato una sorta di “altare” dove sono stati deposti cuscini  di  fiori   e sciarpe di  squadre di tutta Europa, si sa  che gli Irriducibili è una delle tifoserie che ha più “amicizie”, con le tifoserie Europee. Rappresentanti delle tifoserie di  West Ham, Levski Sofia con molta probabilità saranno  presenti al  funerale così come i tifosi  interisti, con i quali  esiste uno storico gemellaggio,  poi Verona,  Triestina . Non solo  quindi una unione tra le due tifoserie romane , ma un giro di persone ben più ampio. Non so se sarà possibile mantenere il tutto  nel limite imposto dalla questura , ma spero e credo che il tutto si svolgerà senza disordini, senza tensioni e  nel massimo rispetto del dolore della famiglia .
Federica Villani

© Riproduzione riservata