CORONAVIRUS : “SOLDI DALL’ ELICOTTERO” , L’ ITALIA SI ADEGUA

CORONAVIRUS : “SOLDI DALL’ ELICOTTERO” , L’ ITALIA SI ADEGUA

La pandemia rischia di compromettere il tessuto socio economico del paese . Il governo italiano corre ai ripari utilizzando il cosiddetto helicopter money, cioe’ moneta a fondo perduto

stampa articolo Scarica pdf

La pandemia rischia di compromettere il tessuto socio economico del paese . Il governo italiano corre ai ripari utilizzando il cosiddetto helicopter money, cioe’ moneta a fondo perduto per le imprese .

Ci siamo : dopo Usa , Svizzera , Germania , Inghilterra , Hong Kong e Giappone , anche il governo italiano si appresta a varare misure straordinarie per evitare il rischio di una profonda recessione utlizzando uno strumento inedito quanto semplice : "far piovere denaro dal cielo" , attraverso bonifici a fondo perduto per le piccole e medie imprese .

Il copyright della definizione non e' certo recente , si deve andare indietro nel tempo al Nobel in Economia Milton Friedman che , gia’ nel 1969 si chiese, nell'ambito dei suoi studi accademici , cosa sarebbe successo se un elicottero pieno di banconote avesse fatto cadere una fortuna in dollari su una qualsiasi città .

Era ovviamente una provocazione : regalare denaro ai cittadini è una follia in tempi di economia stabile e con bassi tassi di disoccupazione , in quanto tale scelta avrebbe immediati effetti inflattivi con l’aumento dei prezzi di beni e servizi , ma nel mezzo di una pandemia prolungata, anche per gli economisti più intransigenti la misura appare adeguata , in quanto l’unica che consentirebbe di alimentare la domanda interna e di far sopravvivere le aziende , in attesa del ritorno alla normalita’.

L’Helicopter money , infatti , si può realizzare con un coordinamento tra politica fiscale e politica monetaria , abbassando o addirittura annullando temporaneamente il prelievo fiscale ed immettendo nuova moneta a fondo perduto nel circuito economico , cosi’ permettendo ad un governo di sostenere le famiglie, i lavoratori e le imprese .

Tale manovra , in stati dotati di propria banca centrale , viene solitamente operata con la creazione di nuova moneta , come e’ gia’ avvenuto nel mese di marzo in Usa ed in Giappone , ma l’Italia dovra’ ricorrere al suo bilancio, in quanto l’intervento della Bce , anche solo per l’acquisto di titoli del debito pubblico nel mercato primario , contro quindi emissione di ulteriore debito , e’ escluso categoricamente dai noti trattati istitutivi dell’unione Europea .

Gli strumenti convenzionali usati fino ad ora dalla Bce (come il quantitative easing , cioe’ l’acquisto di vari titoli di debito nel solo mercato secondario), infatti , non bastano ad appagare la sete di liquidità dell’economia italiana, perché sono insufficienti rispetto ai bisogni della popolazione e sono limitati nel tempo.

La decisione iniziale di acquistare 750 miliardi di obbligazioni fino a fine anno nell’ambito del Pandemic Emergency Purchase (Pepp) , cosi' come l'aumento dell'importo successivo ,è vista come mossa in grado solo di mettere una temporanea toppa alla nostra economia , con il coronavirus che ha limitato ed in molti casi azzerato la produttivita’ delle imprese , oltre ad aver fatto crollare i consumi interni . 

Dal punto di vista dell’opportunità economica, insomma, pochi dubbi sulla necessita’ di operare una massiccia iniezione di liquidita’ a fondo perduto ed il governo italiano , stretto da esigenze di bilancio ma spinto dall’assenza di misure incisive e condivise provenienti dall’Europa , ha deciso di rompere il seppur piccolo salvadanaio .

Stando alle dichiarazioni ufficiali del ministro Patuanelli e della sottosegretaria Castelli , il governo immettera' circa 15 miliardi per le Pmi sotto i 10 dipendenti , per un esborso di circa 4000 euro ad azienda , oltre a rifinanziare il bonus di 600 euro (che dovrebbero diventare 800 con il decreto “Aprile”) per aiuti diretti ad autonomi e p.iva .

Per i dipendenti c e’ la cassa integrazione finanziata attraverso Inps , anche se la materiale erogazione stenta e non poco a prendere il via scatenando l’ira dei lavoratori dipendenti .

Bisogna reagire ad uno shock esogeno , insomma , e l’Helicopter money è un modo per far sì che una crisi di questo genere non si traduca in una recessione lunga e devastante ed in assenza di una “vera” Banca centrale europea , l’italia ha deciso di iniziare, se pur timidamente , a fare da se.

Verrebbe da dire : Meglio tardi che mai .

Cristian Coppotelli per UnfoldingRoma

© Riproduzione riservata