Un Giro Del Mondo Attraversi Gli Scatti Di Glenn Butterworth

Un Giro Del Mondo Attraversi Gli Scatti Di Glenn Butterworth

Un australiano curioso e indagatore delle dinamiche umane in mostra alla Muef di Roma

stampa articolo Scarica pdf

Nel rione Monti, un fermento artistico culturale contraddistingue questo quartiere a ridosso del Colosseo e proprio tra queste vie, si trova la vivace galleria Muef Art Gallery curata da Roberta Sole e Francesco Giulio Farachi che da anni promuovono l'arte contemporanea con iniziative artistiche e intellettuali, ospitando talenti nazionali e internazionali.

Si scendono pochi gradini e si respira un'atmosfera rilassante, cosmopolita, decisamente frizzante. Per un giorno, in mostra il lavoro fotografico dall'australiano Glenn Butterworth dal titolo Unexpected Photos of Romans and Australians. Scatti fotografici inaspettati, scatti sinceri che catturano e immortalano una poetica normalità.

Il fotografo Glenn, per diletto più che per professione, utilizza la macchina fotografica come mezzo conoscitivo del mondo e dell'animo delle persone. Uno strumento come dispositivo artistico di indagine, per porre domande senza aspettare di ricevere risposte.

Il fotografo affronta un viaggio che parte dall'Australia sua terra natia, attraversando la Spagna, fino ad arrivare in Italia, immortalando piccoli frammenti di vita catturati a Catania, Bologna, fino ad arrivare a Roma. È la strada il suo set e le passanti i suoi attori.

Fotografa gente comune, passeggeri del treno della vita, allegri protagonisti che condividono con il fotografo una curiosità reciproca fatta di gioia ma anche di delicata fragilità. Ogni fotografia in mostra, ha una sua storia descritta accanto allo scatto per potersi immedesimare con i protagonisti ed entrare nella situazione.

Ad ogni scatto si risale a un ricordo evocato o proposto che porta a suggestioni e fantasie fino alla consapevolezza di essere parte di un mondo che ha bisogno di essere e di fare comunità.

Chiara Sticca

© Riproduzione riservata