Francesco Spallacci

Francesco Spallacci

16 anni e una passione da vivere

1412
stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

Il suono della campanella, il gesso tra le mani, il vocio dei compagni, le imitazioni dei prof. Tutta la vita da vivere e tanti sogni nel cassetto. Francesco Spallacci ha solo 16 anni, una passione nel cuore e il talento negli occhi, occhi che guardano il mondo attraverso la sua macchina fotografica

Francesco Spallacci, 16 anni, Abbiategrasso (MI), studente e….fotografo. Quando nasce la tua passione e perché?

“Fotografo” penso sia ancora una parola troppo lontana da quello che rispecchia la mia esperienza in questo campo! Al massimo posso ritenermi una persona che ci sa fare con la macchina fotografica… La mia vera passione per la fotografia nasce verso la fine del 2012, quando iniziai ad usare il mio telefono cellulare principalmente per fotografare ogni cosa che attirasse la mia attenzione. Il motivo per cui ho dato vita a questa mia passione è stato (e lo è ancora) il voler esprimere emozioni e sentimenti che solo io posso provare, anche ad altre persone!

Solo 16 anni e già una buona tecnica. Hai frequentato un corso?

Fino ad ora è tutta farina del mio sacco! Ammetto però che mi sono fatto regalare qualche libro sulla fotografia digitale e di aver seguito si e no qualche lezione online gestita da fotografi professionisti. Per ora non ho frequentato nessun tipo di corso fotografico, ma mi piacerebbe iniziare!

Preferisci il digitale o l’analogico e perché?

Ad essere sincero non saprei dare una giusta risposta perché fino ad ora ho utilizzato solo apparecchiature digitali. Con questo non voglio dire assolutamente che ritengo le analogiche macchine di basso livello! Anzi… mi piacerebbe tantissimo incominciare ad usarne una! Magari una Entry-level giusto per assaporare il mondo della fotografia di vent’ anni fa.

Riesci ad esprimerti molto bene sia con il colore che con il B/N, ma tu cosa preferisci e soprattutto cosa ti piace ritrarre?

Dopo aver letto questa domanda so già che molti dei miei followers più stretti abbiano già sottointeso la risposta!  Oserei dire che il bianco e nero è più interessante dal punto di vista tecnico della foto, anche per il fatto che, secondo me e per molti altri, il bianco e nero porti ad una profonda riflessione su quello che la composizione offre a livello di lineamenti e forme. Per quanto riguarda invece la fotografia a colori, devo ammettere che la uso molto meno rispetto al B/N, solitamente la fotografia a colori la preferisco in condizioni di luce quasi perfette oppure quando devo comunicare al pubblico un’emozione o un sentimento particolare. Fino ad ora non penso di essermi specializzato in una categoria ben precisa, so solo che mi piace ritrarre ogni cosa! Solo da poco mi sto specializzando nel fotografare volti di persone o azioni in svolgimento.

Ci sono fotografi professionisti che ritengono che la post produzione moderna, intesa come l’uso di programmi di fotoritocco, svaluti l’arte fotografica. Cosa ne pensi e tu quanto intervieni ?

Penso che ormai quasi tutti facciano uso di software per la post produzione, non per questo voglio dire che chi ne fa uso svaluti questa forma d’arte, credo che il fotoritocco sia un appoggio da utilizzare solo in alcune e ben determinate composizioni. Nelle mie foto intervengo veramente poco nella post produzione e ad essere sincero preferisco sempre non intervenire.

Trai ispirazione da qualche nome della fotografia nazionale o internazionale, o comunque c’è qualcuno o qualcosa che ti ispira?

Prendo ispirazione da qualsiasi cosa, tutto è interessante sotto ogni punto di vista, basta sapere come cogliere la sua bellezza. Mi piace molto osservare il comportamento delle altre persone e cogliere l’attimo nel quale il soggetto rispecchia esattamente quello che io voglio cogliere in esso.

Pensi che da grande farai il fotografo e se si, in quale settore pensi di specializzarti?

Penso che per ora sia meglio tenerla come una grande passione. Il fotografo direi proprio di no; credo che continuerò a praticare la fotografia come hobby, ma ricercando sempre un buon livello… e la fotografia perfetta.

Facebook è entrato a far parte della nostra vita così come tutti gli altri social network, soprattutto per voi giovanissimi. Attraverso FB ricevi parecchi consensi e visibilità, pensi che possa essere una valida alternativa per conoscere possibili committenti?

Devo ammettere che all'inizio della mia “carriera” se cosi la possiamo chiamare, avevo quasi paura di caricare i miei lavori! Ero molto insicuro di quello che la gente avrebbe pensato di me e delle mie fotografie. A novembre 2013 ho aperto la mia pagina di fotografia grazie alla quale ho iniziato a pubblicare le mie prime foto preferite scattate con una macchina Entry-level, in pochissimo tempo grazie anche all’aiuto di amici e conoscenti sono riuscito ad avere molta visibilità anche da parte di altri utenti. Attraverso Facebook ho già ricevuto parecchi messaggi di gente che voleva sapere l’età e la professione e se ero disponibile per alcune collaborazioni, purtroppo ho dovuto rinunciare per via dell’età e spesso per la lontananza. Penso quindi che Facebook e i Social in generale siano il miglior modo per far vedere alla gente ciò che sai fare, avendo sempre un’ampia visibilità sulla piattaforma.

Quando dedichi tempo alla fotografia?

Troppo tempo, più di quello che effettivamente dovrei passare in realtà. Ormai quando esco senza la macchina fotografica sembra che tutto il mondo intorno a me sia fermo e privo di vita!

Quanto coinvolgi la tua famiglia e i tuoi amici?

Prima di caricare le mie fotografie chiedo sempre il parere di molte persone… in particolare quello di amici e famigliari. Sento anche alcuni fotografi per farmi dare delle “dritte” o semplicemente pareri sui miei scatti. In quest’ultimo periodo sono in stretto contatto con un fotografo che lavora per un fashion blogger.

Adesso basta fare i seri, giochiamo un po’: Tre pregi e tre difetti di Francesco

Penso di essere una persona seria, disponibile e molto comprensiva. Per i difetti devo rivolgermi ai miei e agli amici che dicono io sia testardo, timido e che a volte me la prenda per nulla.

Vuoi salutare qualcuno?

Saluto Gianluca che mi aiuta sempre nell’Editing nelle mie fotografie e tutti coloro che sostengono me e la mia passione aiutandomi sempre più a migliorare! 

Francesco dove ti porterà il futuro? Sicuramente sei un tipo che sa quello che vuole, almeno questo hai dimostrato con le tue risposte, per il resto sta a te e al tuo impegno farti strada nella vita. Non sarai un fotografo? Resterà solo una passione? Forse, a me piace immaginare di essere stata la prima ad intervistarti! Grazie a Francesco Spallacci e alla mamma!

© Riproduzione riservata

  • Articolo Precedente

  • Prossimo Articolo

Multimedia