L’Arte Della Fotografia: Tra Storia E Curiosità

L’Arte Della Fotografia: Tra Storia E Curiosità

Il mondo della fotografia e il suo innovativo percorso nel tempo

stampa articolo Scarica pdf

Intercettare l’esatto momento in cui nasce una forma espressiva, resta probabilmente una delle ambizioni più grandi in termini umanistico/scientifici. Le radici di un’arte poi, diramano attraverso numerosi percorsi, sfumando via via via alle spalle di Chronos.

La fotografia nel suo ambizioso umano desiderio di avviluppare il circostante, per intrappolarne frazioni, alla ricerca del tempo e dei suoi misteri, ha generato l’occasione di incontro tra arte e scienza in camera obscura, dando vita a una straordinaria evoluzione in campo estetico, grazie alla proficua sfida con la tradizionale arte della pittura.

Nel XIX secolo, con l'invenzione appunto della camera oscura e l'introduzione delle prime tecniche fotografiche, come il dagherrotipo (procedimento fotografico per lo sviluppo di immagini) e il calotipo (un negativo che permetteva la stampa su più copie), una nuova era visiva ha conferito agli artisti il prestigio di catturare istantanee di realtà.

Inizialmente, la fotografia veniva percepita come una mera riproduzione contestuale, ma con il passare del tempo, i fotografi iniziarono ad abbracciarla come un'arte vera e propria e a sé stante, iniziando così a sperimentare tecniche che prevedevano la fondamentale complicità della luce, la composizione dell’immagine e la prospettiva, per creare scenari emotivamente potenti e concettualmente ricchi.

Una serie di progressi a catena che ha portato alla nascita di movimenti artistici come il realismo fotografico, il surrealismo e il fotogiornalismo, contribuendo così a plasmare anche il significato della fotografia come mezzo espressivo.

Nel tempo anche le attrezzature fotografiche si sono rese molto diverse da quelle utilizzate oggi.

In principio le macchine erano grandi e ingombranti e i tempi di sviluppo di un’immagine nitida, erano lunghi e complessi.

Con l'avanzare della tecnologia, le macchine fotografiche sono diventate più compatte, leggere e intuitive da usare. L'introduzione della pellicola fotografica ha semplificato il processo di scatto e sviluppo delle immagini, consentendo ai fotografi di catturare più facilmente il momento, senza la necessità di apparecchiature pesanti.

Negli ultimi decenni, l'avvento della fotografia digitale ha rivoluzionato completamente il modo in cui vengono scattate, elaborate e condivise le illustrazioni. Le macchine digitali oggi offrono una maggiore flessibilità e controllo sul processo creativo, consentendo ai fotografi di sperimentare grazie a una vasta gamma di impostazioni ed effetti, senza la necessità di cambiare fisicamente la pellicola o le lastre. Inoltre, la fotografia digitale ha reso più immediato e accessibile il processo di editing e condivisione delle immagini, con la possibilità di visualizzare istantaneamente i risultati e condividerli online.

In breve, mentre i fotografi del passato si affidavano a macchine fotografiche meccaniche e processi chimici per catturare e sviluppare le loro immagini, i fotografi moderni si affidano sempre più a tecnologie digitali avanzate per esprimere la propria creatività e condividere il proprio lavoro con il mondo.

Sono molti i fotografi di fama mondiale che hanno lasciato un'impronta indelebile nella storia della fotografia.

Tra questi, Ansel Adams, rinomato per le sue straordinarie fotografie in bianco e nero dei paesaggi americani.

Henri Cartier-Bresson, conosciuto come il padre del fotogiornalismo, ha catturato momenti decisivi e iconici in tutto il mondo, con la sua tecnica distintiva e il suo occhio per la composizione.

Diane Arbus, celebre per i suoi ritratti di persone al margine della società, ha sfidato le convenzioni sociali e catturato la complessità umana con una sensibilità sensazionale.

Dorothea Lange, famosa per le sue potenti immagini della Grande Depressione americana, ha documentato la sofferenza e la resilienza del popolo americano durante uno dei periodi più difficili della storia degli Stati Uniti.

Annie Leibovitz, popolare per i suoi ritratti iconici di celebrità e figure di spicco, ha creato immagini che sono diventate simboli della cultura popolare contemporanea.

Steve McCurry, noto per il suo lavoro sul campo di guerra e per i suoi ritratti di persone in tutto il mondo, passa alla storia per l’impatto coinvolgente ed emozionante delle sue stampe.

Sebastião Salgado, conosciuto per aver utilizzato la fotografia come strumento di sensibilizzazione su questioni sociali e ambientali globali, si è cimentato in progetti di lunga durata che documentano le condizioni umane e ambientali in tutto il mondo.

Questi artisti, insieme a molti altri, hanno contribuito a definire e ridefinire il potenziale della fotografia come forma d'arte, dimostrando il suo impatto duraturo e universale sulla cultura visiva moderna.

L’era di internet e con sé quella degli smartphone, segna un periodo complesso e controverso sul tema della fotografia, per la sua libera accessibilità, l’imponderata riproduttibilità, la tutela del diritto d'autore, andando anche a sollevare il tema di un’etica sensibile prima rispettata, che oggi la libertà d’espressione può aver fatto sentire un po’ abusata.

Proprio tra arte e scienza, si incastra forse il tentativo disperato dell’essere umano, di catturare e dominare le leggi del tempo.

Salomè da Silva

 

 

© Riproduzione riservata